mercoledì 26 ottobre 2016

Castelli Romani - Camminando Oltre Roma - Le Aree Naturali Protette del Lazio verso il turismo digitale e la realtà virtuale con Google Street View e Google Cardboard



I sentieri dei Parchi e delle Aree Naturali Protette e i Siti Natura 2000 del Lazio sono ora visitabili anche virtualmente grazie a Google Street View e Google Cardboard. È un'iniziativa di portata innovativa che, domani 27 ottobre presso la Società Geografica Italiana, avrà la presentazione ufficiale con Camminando Oltre Roma. Le mille bellezze dei nostri luoghi naturali protetti potranno ora essere visualizzati su pc, smartphone o tablet.

Si tratta di circa 150 chilometri di sentieri che si snodano tra le Aree Naturali Protette e i Siti Natura 2000 del Lazio. Compreso, quindi, anche il nostro Parco dei Castelli Romani. Ci si può affacciare su laghi vulcanici, scrutare l’orizzonte da picchi innevati, ammirare reperti etruschi e romani, contemplare antichi monasteri benedettini arroccati sui crinali e rimirare il mare da antichi lidi. “Camminando oltre Roma” vi sono mille bellezze da scoprire. (Vedi QUI)


Quindi, su Google Street View le zone di “Camminando Otre Roma” si aggiungono alla già vasta possibilità di viaggi virtuali che si possono fare in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del Pianeta: dall’Uruguay alle Dolomiti, da Machu Picchu alle profondità degli Oceani, dal Quebec alle Montagne Giapponesi o all'Amazonia e molti altri luoghi ancora, come si può vedere QUI.
F. A.

martedì 25 ottobre 2016

Il Cammino dell’Appia Antica e l’itinerario turistico-archeologico della città di Ariccia alla XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum

riceviamo e volentieri pubblichiamo

Giovedì 27 ottobre, alle ore 12.30, presso la Sala Cerere della Borsa del Turismo Archeologico di Paestum,  nell’ambito del convegno organizzato dall’Agenzia Regionale del Turismo - Regione Lazio ‘Alla scoperta dell’antico tra paesaggio, cultura e reti museali’, l’ Archeoclub Aricino-Nemorense proporrà una interessante proposta progettuale turistico-archeologica  dal temaAlla scoperta di Ariccia a piedi. Itinerario turistico di una antica città del Lazio: prima stazione di posta della ReginaViarum e tappa del Grand Tour d’Italie”. Relatrice sarà l’archeologa Maria Cristina Vincenti che da anni, con il Presidente dell’associazione il dott. Alberto Silvestri, si occupa della valorizzazione archeologica del territorio di Ariccia e del Museo del Grand Tour la Locanda Martorelli.  L’itinerario, sintesi di oltre dieci anni di studi e ricerche sul territorio, propone un trekking turistico-archeologico di circa 2 km che, dal centro storico di Ariccia e dalla Piazza del Bernini, percorre il corso Garibaldi, per la visita al podio del tempio dell’antica acropoli e alle altre emergenze, per poi discendere lungo l’Appia Antica, in Valle Ariccia, dove sono presenti diverse aree archeologiche. A poca distanza dalla prima stazione dell’Appia dopo Roma per il cambio dei cavalli esiste un capolavoro dell’ingegneria  idraulica antica come l’emissario del lago di Nemi che qui ha lo sbocco. Risalendo poi sulla Piazza di Corte, con il moderno ascensore, è possibile proseguire l’itinerario con la  visita alla Locanda Martorelli- Museo del Grand Tour, che conserva le preziose tempere del ‘700 a carattere mitologico realizzate da Taddeo Kuntze e interessanti allestimenti museali innovativi, e al Parco Chigi, ultimo lembo del bosco sacro a Diana dove sono allogati diversi reperti pertinenti all’Aricia romana. L’associazione, nota sia in Italia che all’estero, collabora al progetto turistico  coordinato dalla DMO Castelli Romani SBCR, unità operativa per la promozione e lo sviluppo turistico di un’area, tra le più interessanti della Regione Lazio,  caratterizzata oltre che da specchi lacustri, boschi e panorami mozzafiato, dalla cultura e dalla gastronomia binomio inscindibile per lo sviluppo sostenibile.
Contatti: archeoclubaricia@alice.it; mobile: 3883636502



con l'occasione pubblichiamo ache ciò che ha scritto Maria Cristina Vincenti sulla sua pagina Fb a testimonianza dell'impegno che da anni viene profuso per la salvaguardia, divulgazione e tutela della storia e del patrimonio storico di Ariccia.




sabato 22 ottobre 2016

Ariccia - Le visite guidate alla Locanda Martorelli di Ariccia Museo del Grand Tour ai Castelli Romani

Apollo e Tersicore
La Locanda Martorelli Museo del Grand Tour ad Ariccia, proprietà comunale dal 1998, è uno dei gioielli della cultura dei Castelli Romani. Con l'affaccio sulla splendida Piazza di Corte oltre alle celebri tempere murarie a carattere storico-mitologico opera di Taddeo Kuntze, pittore polacco legato al fenomeno del Grand Tour, offre nelle varie sale, un tempo abitate da pittori, letterati e archeologi, allestimenti museali di peculiare interesse per la storia del territorio: dalle foto artistiche sul percorso della Via Appia da Roma a Minturno, ad una sala video dove vengono proiettati filmati sulla regina viarum e il grand tour, alla mostra a carattere archeologico dedicata alla dea Cerere che aveva culto nella valle di Ariccia (che svela ai visitatori l'origine della porchetta IGP), sino alla galleria dei ritratti dei personaggi che soggiornarono nella storica dimora dei Martorelli tra '700 e '800. 
E' un museo nato con il volontariato e la passione della museologa archeologa Maria Cristina Vincenti e del presidente dell'Archeoclub Aricino-Nemorense il dott. Alberto Silvestri. Sarà aperto ai visitatori per le visite guidate istituzionali domenica 23 ottobre dalle ore 10.30 alle ore 11.30. 
Per informazioni e prenotazioni: archeoclubaricia@alice.it; cell. 3883636502