venerdì 27 febbraio 2015

Claudio e Simone alla Mezzamaratona contro le barriere architettoniche.

La Roma-Ostia è la mezzamaratona più partecipata d'Italia e una delle più famose e prestigiose del mondo.

Claudio e Simone al termine
della loro ultima impresa:
di corsa da Piazza del Popolo
a Genzano a Piazza Frasconi
Domenica prossima, 1 marzo 2015, ancora una volta una moltitudine di atleti scenderà in strada per questo grande evento sportivo che vedrà tra i partecipanti i nostri amici Simone Carabella e Claudio Palmulli che già tante volte si sono cimentati su percorsi anche molto più lunghi e accidentati.
Come sanno i lettori di ECO 16 che hanno seguito già altre volte le imprese dei nostri eroi, Simone spingerà Claudio, che è costretto su una sedia a rotelle, e lo farà come iscritto fra i partecipanti normodotati. Di certo avrebbero potuto iscriversi nella categoria degli atleti paraolimpici ed avere molte più possibilità di ottenere un ottimo piazzamento finale, se non di vincere, ma il loro obiettivo non è arrivare primi alla competizione, dove certamente metteranno tutte le forze a loro disposizione e tutto l’agonismo che merita l’evento, il loro obiettivo è partecipare, arrivare al traguardo e dimostrare, ancora una volta, che la volontà dell’uomo è superiore ad ogni avversità.
Simone, che neanche è in buona forma avendo un ginocchio quasi fuori uso, spingerà Claudio per tutti i 21 Km del percorso e, nonostante il dolore, lo farà nei tempi della maratona e con il sorriso sulle labbra. Questo gesto fuori dal comune deve far riflettere tutti coloro che si fermano; tutti quelli che trovano scuse per non compiere il proprio dovere; gli amministratori che abbandonano le nostre città al degrado; quelli che costruiscono barriere architettoniche invece di abbatterle perché questa è “la via più facile”; che inquinano l’ambiente solo perché più semplice che salvarlo… e magari in quel momento sembra che costi meno.
Simone è un attivista dalla parte dei “più deboli”, che si batte per un Paese alla portata di tutti, che vuole un’Italia a misura di disabile, perché un’Italia a misura di disabile e un’Italia per tutti, come ama dire l’amico Claudio.





Il programma della Gara:
08.00 – Ritrovo dei concorrenti alla partenza, Palalottomatica ( Roma Eur )
08.40 – Termine ultimo per la consegna delle borse personali
09.00 – Termine ultimo per entrare all’interno delle griglie di partenza
09.10 – Partenza della gara riservata agli atleti diversamente abili
09:15 – Partenza Prima Onda
09:22 – Partenza Seconda Onda
09:30 – Partenza Terza Onda
9:35 – Partenza non competitiva
10.15 – Primi arrivi
10.45 – Inizio della cerimonia di premiazione
11.00 – Ritiro premi in denaro e materiale sportivo presso lo stabilimento Sporting beach
12.40 Scadenza del tempo massimo di 3h 00
12.30 – Ripartenza Navette per gli ospiti degli Hotel
Partenza
Roma Eur Palalottomatica
Arrivo
OSTIA Piazzale Cristoforo Colombo (Rotonda)
Distanza
21,097 Chilometri / 13,112 Miglia
Percorso
Il percorso è vario, con lievi saliscendi, molto veloce.

Claudio e Simone
Claudio con me al Palacesaroni
di Genzano   





Claudio Palmulli, figlio del famoso Giuseppe Palmulli, Mr OK che da oltre trent’anni si tuffa nel Tevere a Capodanno, è un attivista impegnato contro le barriere architettoniche. Ha fondato l’associazione Italia a Misura di Disabile, ha organizzato con Carabella numerosi eventi eventi sportivi e sociali per accendere i riflettori sulle tematiche della disabilità. Importante la sua battaglia, iniziata propriodalle pagine di ECO 16, che denunciava le carenze dei trasporti urbani di Roma, in particolare della metropolitana e per la quale è stato ricevuto, con Simone e il consigliere Daniele Frongia (N5S) dal sindaco della Capitale.


Simone durante una manifestazione NoInc
Simone Carabella non ha bisogno di grandi presentazioni essendo un personaggio pubblico ben conosciuto, specie nei Castelli Romani, per il suo impegno nel Movimento NoInc con il quale insieme a Daniele, Emiliano, Federica, Andrea P, Aldo, Elena, Peppe, Andrea A e tantissimi altri è stato uno dei protagonisti della lotta contro l’inceneritore di Albano Laziale ed ora per la chiusura della discarica di Roncigliano e per la bonifica del territorio. Da cinque anni si tuffa nel Tevere ogni primo dell’anno per aumentare la platea di coloro che seguono le sue lotte per un  Paese migliore, per le vittime del sangue infetto, per il diritto alla cura, contro le barriere architettoniche, per una maggiore sicurezza dei cittadini. Simone, allenatore sportivo, mental coach e trainer, è un campione di culturismo, giunto quarto agli ultimi campionati mondiali ed oggi è uno dei candidati alla poltrona di sindaco di Albano Laziale. A questa competizione  per la poltrona di primo cittadino si presenta senza avere alle spalle nessuna forza politica ma la forza vera dei cittadini che lo conoscono, lo stimano e contano su di lui per un reale cambiamento nella vita della loro città, per la difesa del loro territorio.



Fabio Ascani

ARICCIA - L'INSOTENIBILE LEGGEREZZA DELLE BUCHE

Continuano a giungerci alla mail di ECO 16, ecodiariccia@gmail.com, e tramite i social, segnalazioni e richieste di pubblicazione di immagini di degrado del nostro territorio.





Oggi riportiamo la segnalazione di Alessandro, che ci ha inviato due immagini, sulla situazione di via XX Settembre, ad Ariccia, dove sono state scattate queste foto del manto stradale, a poche centinaia di metri da una scuola. 
Sostiene Alessandro che a causa di lavori mal svolti, "le solite toppe", non si riesce ad aggiustare mi modo definitivo le strade, che oggi sono nelle condizioni disastrose che tutti possiamo vedere facendo un giro lungo le vie cittadine.
 Ma mi raccomando, specie se andate a in auto o peggio in moto, moderate la velocità!

Sulla tutt'altro che leggera situazione delle strade ad Ariccia vedi anche qui

Aggiornamento  del 27 02 '15, h 15.30. Sono passato poco fa per via di Vallericcia e ho potuto constatare che gran parte delle pericolose buche presenti fino a ieri e l'altro ieri sono state riempite. Bene, Qualche rischi in meno per i cittadini che comunque dovranno continuare a guidare mi modo prudente ed attento, come si conviene a tutti gli automobilisti corretti.
Forse sollecitare, sui social-net e sulla stampa locale, come fanno i cittadini di Ariccia, può essere utile.


giovedì 19 febbraio 2015

Marò tre anni senza conoscere il proprio destino

Tre anni fa Massimiliano Latorre e Salvatore Girone furono arrestati. Era il 19 febbraio 2012. I marò furono accusati della morte di due pescatori indiani uccisi a bordo della loro barca al largo delle coste del Kerala. Latorre e Girone erano di servizio anti-pirateria sulla petroliera Enrica Lexie. Durante questi anni i nostri marò non sono mai stati formalmente incriminati e il processo non è ancora iniziato.
Oggi, mentre Girone è ancora in India, Latorre è in Italia in convalescenza dopo aver subito, poche settimane fa un intervento al cuore.

Dopo tutto questo tempo, in cui in Italia abbiamo visto succedersi tre governi e quattro ministri degli esteri, ancora non è stata annunciata una soluzione che riesca mettere la parola fine a questa tormenta vicenda.

Stati che si dichiarano civili non possono non avere una giustizia che funzioni; non possono lasciare nell’incertezza del proprio destino due persone, due militari che stavano compiendo il loro lavoro, e le loro intere famiglie.

Fino ad ora i risultati della nostra diplomazia sono stati a dir poco insufficienti, segno di quale peso abbia l’Italia sul piano internazionale.


A Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, come a tutti coloro che sono vittime di una giustizia malata e inefficace o di  giochi di perversi potere, va la solidarietà di tutti i cittadini onesti e rispettosi della legge, in Italia e nel mondo.
F. A.

mercoledì 18 febbraio 2015

Finalmente soldi per le scuole

Scuola pubblica "decadente" qualcosa si muove. Avvilita e martoriata qualcuno si e' ricordato che qualcosa andava fatto. Non e' la soluzione di tutti i problemi ma certamente rappresenta un aiuto concreto e immediato. Ebbene, notizia di pochi giorni addietro, la Regione Lazio, così come annunciato in conferenza stampa dal governatore Nicola Zingaretti, ha stanziato 76,5 milioni di euro per l'edilizia scolastica, messa in sicurezza e agibilità. 37,5 andranno a Roma. Le risorse saranno assegnate ai comuni e utilizzate a propria discrezione sulla base del numero della popolazione scolastica. Tanto per fare un esempio: i comuni con istituti che ospitano tra 1 e 1000 alunni, cioè 253, la maggioranza, riceveranno 12,8 milioni di euro complessivi. Superata questa soglia si ottiene di più e potrebbe essere il caso di alcune cittadine del comprensorio dei Castelli. Un elemento di novità e' che i lavori dovranno svolgersi in tempi certi e inoltre c'è l'obbligo di rendicontazione dettagliata delle spese in rispetto della trasparenza sulla normativa degli appalti pubblici. Le domande possono essere inoltrate già da subito. Ora spetta alle istituzioni locali competenti attivarsi tempestivamente evitando di farsi sfuggire questa buona occasione fondamentale per il futuro dei nostra scuola.
Giuseppe Ferraro

Ariccia - Le strade sono pericolose e l'amministrazione le tappezza di cartelli di ATTENZIONE. I pericoli rimangono ai cittadini rispondono con la satira.


Le strade dei nostri comuni, dei comuni dei Castelli Romani, sono ridotte a percorsi di guerra e soltanto i proprietari di grandi  fuoristrada riescono a circolare senza correre troppi rischi di spaccare una ruota o bucare una gomma.

Ad Ariccia la situazione manto stradale sta diventando paradossale e l’amministrazione invece di riparare le strade le transenna, vi pone divieti  e limiti, le tappezza di cartelli che invitano a tenere una velocità moderata a causa delle buche pericolose.
Nel frattempo gli automobilisti, a loro totale rischio, mentre l’amministrazione si sente con la coscienza a posto dopo messo tutti gli avvertimenti sulle strade, sono costretti a percorsi pericolosi, spesso in competizione con i grandi mezzi del Cotral, che certo non si intimidiscono di fronte all’asfalto sconnesso. Ma il rischio c'è ed è gravissimo: anche a velocità moderata la possibilità di finire contro un'altra automobile nel tentativo di schivare una buca è enorme e ben lo sanno tutti coloro che sono costretti a percorrere le strade di Vallericcia. E in prossimità dell'orario di uscita da scuola, a tanto pericolo si somma quello per gli studenti, costretti a camminare su una strada dissestata che non ha nemmeno il marciapiede!


Unica arma (spuntata) in mano ai cittadini rimane la satira che si fa sentire a gran voce sui social-network. 





















Le quattro immagini sopra sono dal profilo di Mauricio Pop Demiurgo.   Quelle sotto da altri profili Facebook. Clicca sulle immagini per ingrandirle.

 


Albano Laziale - CNA: facciamo rete!

Giovedì 26 febbraio – ore 18.00 Casa delle Imprese CNA Via Vascarelle,
54 Albano Laziale

Cna Roma Castelli organizza, in collaborazione con Tibex.net, un'iniziativa di matching per far conoscere le imprese del territorio. Un'opportunità per incontrare nuove imprese e proporre i propri prodotti/servizi, finalizzato ad aumentare la redditività della propria attività. Un modo concreto per fare rete!

ore 18.00 - 20.00
Durante la prima parte dell'incontro gli ospiti avranno la possibilità di partecipare ad appositi incontri e tavolini di lavoro finalizzati alla creazione di nuove relazioni d'affari. Nella sessione di incontri ci sarà una presentazione delle opportunità del Circuito Tibex.net

ore 20.00 - 20.30

Per continuare ad approfondire la reciproca conoscenza e degustare prodotti tipici locali di imprese partecipanti.

venerdì 13 febbraio 2015

Agli Uffizi di Firenze "Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre". Ci sarà anche la pala d'altare del museo dei Cappuccini

Fino al 24 maggio alla Galleria degli Uffizi c’è la mostra "Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre", promossa dal Mibact. Apre così la stagione espositiva di Firenze 2015. Un anno ad arte con la prima mostra monografica dedicata al pittore caravaggesco di origine olandese Gerrit van Honthorst, pittore che si ispirava ai maestri italiani ed in particolare dal Caravaggio, più noto al pubblico italiano come Gherardo delle Notti per la particolarità di ritrarre scene notturne, con suggestivi effetti luministici, generati dall'intenso chiarore della luce di candela, contrapposti alle ombre.


Gerrit Van Honthorst, detto Gherardo delle Notti
Madonna in gloria con i Santi Francesco e Bonaventura
Trai dipinti esposti c’è anche la Pala dell'Altare del Museo dei Cappuccini di Albano Laziale conosciuta come “Madonna in gloria con i Santi Francesco e Bonaventura” datata 1618, anch’essa opera del famoso pittore fiammingo Gerrit Van Honthorst.
Migliaia di visitatori potranno così ammirare l’emblema che raffigura Flaminia Gonzaga con i Santi Francesco e Bonaventura.

Non è la prima volta che l’opera viene ospitata in una grande esposizione: già era accaduto a Roma, Vienna e Milano,  come ricorda Padre Mario Sinibaldi, Responsabile del Convento dei Frati Cappuccini di Albano che ha anche aggiunto come questo sia motivo di orgoglio per il Convento e per tutta la Città di Albano Laziale.



Fabio Ascani