mercoledì 27 giugno 2012

FEDERICO ALDROVANDI… E NON SONO SOLO CANZONETTE Una canzone degli anni ’80. Un documento storico per non dimenticare.


La responsabilità penale è personale. L’imputato non è considerato colpevole, fino alla condanna definitiva.”
(Costituzione della Repubblica Italiana, art. 27)
La Cassazione ha confermato la condanna a tre anni e sei mesi di reclusione per gli agenti di polizia Luca Pollastri, Paolo Forlani, Enzo Pontani e Monica Segatto, accusati di omicidio colposo, per eccesso dei mezzi di contenimento, dello studente Federico Aldrovandi.
Oggi possiamo dire che sono colpevoli.
In uno dei primi numeri dell’ECO 16, pubblicai l’articolo che segue, dove la canzone di Peter Gabriel racconta una storia, che sembra ancora oggi ripetersi troppo spesso.
Nell’articolo non nomino, ma lo faccio ora, il caso della scuola Diaz di Genova.
Come ribadito anche di seguito, ci tengo a sottolineare che l’articolo non vuole essere una denuncia contro le forze dell’ordine, che spesso mettono a rischio la loro vita in nostra difesa, per uno stipendio sicuramente non adeguato al rischio. L’articolo vuole essere una denuncia verso quelle persone (mele marce) che pensano di poter emettere sentenze di morte, coperti dalla loro divisa e da un potere che lo Stato Italiano sicuramente non gli ha dato.

L’articolo pubblicato il 30 ottobre 2010


domenica 24 giugno 2012

IL SINDACO DI ALBANO MARINI INVITA A DONARE IL SANGUE

Albano Laziale 24 giugno - Abbiamo incontrato, del tutto casualmente, il sindaco di Albano Nicola Marini a Cecchina mentre si recava a donare il sangue. Un bel gesto, compiuto con discrezione. Abbiamo colto l'occasione per una breve intervista, che riporteremo anche sul prossimo numero di ECO 16.

 

sotto l'ultimo numero di ECO 16 

giovedì 21 giugno 2012

UN CASO DI BUONA SANITA’: GRAZIE ALLA ASL RM-H A RONCIGLIANO ARRIVA IL “NASOMETRO” (O NASO ELETTRONICO).

Alcuni mesi fa - subito dopo il collaudo del VII invaso della discarica di Roncigliano (20 Gennaio 2012) - una delegazione No Inc si era recata presso la Asl Rm-H per chiedere che venisse avviato uno studio approfondito sulla qualità dell’aria nei pressi del noto sito di smaltimento di rifiuti indifferenziati.
Difatti dopo l’entrata in funzione del VII invaso (distante dalla prima abitazione appena 178 metri) la qualità dell’aria di Roncigliano/Villaggio Ardeatino/Cancelliera/Montagnano (e non solo) ha subito un drastico peggioramento che ha causato numerosi episodi di malore tra i residenti riscontrati anche dai locali pronto soccorsi. VII invaso (in realtà l’ottava buca) che s’aggiunge, inoltre, dal punto di vista igienico-sanitario, ai precedenti sette invasi che dal lontano 1979 raccolgono la spazzatura indifferenziata di tutti i Castelli Romani. Detto, fatto. Il Prof. Messineo, il Dott. Cicogna ed il Dott. Cipolla hanno sottoscritto una convenzione Asl Rm H–Università di Tor Vergata, Gruppo di Ricerca Sensori. La qualità dell’aria nei pressi della discarica di Roncigliano verrà “passata al setaccio” per dodici mesi consecutivi attraverso un’approfondita attività di mappatura ed analisi effettuata col nasometro (o naso-elettronico). Il nasometro è uno strumento altamente tecnologico in grado di rilevare, “in continuo” (24 ore su 24), gas e nano-particelle - pericolose per la salute umana e per l’ambiente - presenti nell’aria che respiriamo. Il Gruppo di Ricerca Sensori sarà guidato dal Prof. Paolesse che, già in passato, si è occupato di località interessate dalla presenza di discariche ed inceneritori. Un ringraziamento particolare alla coraggiosa Asl Rm-h che - dopo il deciso no a inceneritore e discarica degli anni passati - e nonostante le fortissime ristrettezze economiche che sta attraversando - ha deciso di investire, ancora una volta, le proprie preziose energie e risorse per la difesa della salute umana e dell’ambiente. Un caso, possiamo dirlo, di buona sanità.


Ne avevamo parlato in anteprima sull'ultimo numero di ECO 16

sabato 9 giugno 2012

Di Felice, carte alla mano replica alle accuse di Cianfanelli e mostra dove realmente sono i veri interessi economici e personali ad Ariccia

Cianfanelli ha rilasciato comunicati stampa, ripresi da più giornali, in cui accusa la parte politica avversaria di essere speculatori che hanno ferito la democrazia per interessi economici privati. Roberto Di Felice risponede, carte alla mano, che gli interessi stanno sta ben altra parte.
Durante una conferenza stampa tenutasi ad Ariccia mercoledì 6 giugno e convocata dal coordinatore dell'UDC Giovanni Libanori, lo stesso Libanori, Gian Luca e Roberto Staccoli, Pietro di Lazzaro e Roberto Di Felice hanno replicato, carte alla mano, alle accuse che l'ex sindaco Cianfanelli ha "urlato" con comunicati stampa da alcune testate locali. 
La questione, ha sottolineato Libanori è che Cianfanelli è preoccupato per le fratture che si stanno creando nella sua coalizione e allora attacca in questo modo nel tentativo di influenzare quello che sarà il giudizio del Consiglio di Stato. La realtà, ha proseguito il coordinatore UDC, è che Cianfanelli viene da una gestione del territorio scellerata e per capirlo basti pensare che la chiusura del Ponte Monumentale ha un costo per Cotral elevatissimo, oltre i 600000 euro, soldi che, come è stato commentato in sala, si sarebbero potuti utilizzare per la manutenzione del ponte stesso.
Sono seguiti gli interventi di Pietro Di Lazzaro, esponete UDC e di Gianluca e Roberto Staccoli, che attaccati direttamente dall'ex sindaco, hanno mostrato quali sono i loro veri interessi professionali sul territorio di Ariccia, in particolare un PRUSST, Piano di riqualificazione urbanistica, approvato a suo tempo dallo stesso Cianfanelli (!), che ha portato alla città non pochi benefici. E dal canto suo Roberto Staccoli ha dichiarato di aver già fatto partire una denuncia per diffamazione nei confronti di Emilio Cianfanelli, che per diffamazione è stato già condannato una volta in via definitiva  
Ha concluso la conferenza stampa Roberto Di Felice, esponente e fondatore di Patto Sociale per Ariccia, nonché avversario di Ciancanelli per la poltrona di sindaco alle ultime elezioni perse per soli 32 voti. Elezioni poi annullate da una sentenza del TAR che ha rilevato irregolarità tali da invalidarle.
Di seguito riportiamo in tre video le dichiarazioni di Roberto Di Felice che, carte alla mano, ha ribattuto alle accuse di Cianfanelli e mostrato chi avesse veri interessi personali su Ariccia. 

 Noi su ECO 16 n 29 avevamo, con una lettera dello stesso Di Felice e con un articolo contenente dichiarazioni di Staccoli e Indiati, dato in anticipo la replica alle dichiarazioni di Cianfanelli.

Errata corrige Articolo Nasometro su ECO 16 n 29

C'è stato un piccolo ma importante errore sull'ultimo numero di ECO 16: nell'articolo di Daniele Castri "A RONCIGLIANO ARRIVA IL NASOMETRO" si parla del Gruppo Sensori e della convenzione fra la Asl Rm-H e l'Univertità, che non è Roma Tre come scritto nell'articolo, ma è L'UNIVERSITÀ DI TOR VERGATA.  
Ci scusiamo per l'errore, in particolar modo con i diretti interessati che si applicano con professionalità per testare e misurare la qualità qualità dell'aria che respiriamo.

martedì 5 giugno 2012

ECO 16 n 29 del 5 Giugno 2012

In distribuzione da questa sera il nuovo numero di ECO 16: ambiente, politica, cultura e sport per sane riflessioni sul nostro territorio, e non solo, e sulle dinamiche che lo animano.

sabato 2 giugno 2012

Presto il nuovo ECO 16

Dal 5 Giugno sarà in distribuzione il numero 29 di ECO 16. Parleremo di ambiente ma anche di politica, con particolare riferimento alla situazione ariccina. Non mancheranno gli articoli di cultura, musica e sport e notizie interessanti dal territorio. Speriamo solo di poter continuare ancora con questo giornale che piace ma è un una vera piccola impresa per chi lo pensa, scrive e compone ogni mese.