lunedì 30 aprile 2012

Genzano in Consiglio Comunale contro l'Inceneritore!

Il Consiglio Comunale di Genzano  impegna il sindaco e L'amministrazione comunale a sostenere le prossime iniziative anche di carattere legale che verranno intraprese dalle associazioni ambientaliste al fine di impedire la costruzione dell'inceneritore di Albano.
di seguito l'ordine del giorno del Consiglio Comunale di Genzano del 24 aprile 2012




Su ECO 16 articoli, reazioni e commenti sulla manifestazione del 14 aprile contro l'inceneritore di Albano

Lettera Aperta di Raffaele Dalessandro, candidato sindaco a Castel Gandolfo

La nostra lista “AMO CASTEL GANDOLFO”, che appoggia la mia candidatura a Sindaco, denota semplicemente l'amore che tutti i cittadini di questa meravigliosa città, nativi e non, hanno per la stessa. La mia candidatura a Sindaco nasce spontaneamente e come naturale conseguenza dell'assidua attività di opposizione svolta dal mio gruppo in questi cinque anni per portare a Castel Gandolfo un'aria nuova contro la politica fallimentare e sciagurata dell’attuale governo di Castel Gandolfo e di quelli precedenti che hanno portato il bilancio comunale ad un debito di ben 6 milioni di euro. Tale lavoro è iniziato ad esempio con la richiesta di esposizione nella sala consiliare del crocifisso (fatto assurdo per una città che ospita il Papa), ed è continuato attraverso molteplici atti di sindacato ispettivo (interrogazioni, mozioni ecc.) per la sicurezza dei cittadini, per le politiche ambientali, contro l’aumento ingiustificato della TARSU e di altre imposte, per il mancato avvio della raccolta differenziata, per il rilancio del lago e delle relative attività economiche intorno ad esso, per la viabilità carente, per il degrado delle periferie, per gli inconsistenti bilanci di previsione e per i disastrosi conseguenti bilanci consuntivi mai da me votati, per la lotta alle caste ed alla gestione familistica, nepotistica, clientelare della città. Da ultimo anche con la sonora bocciatura di un programma farneticante, presentato da un ingegnere ben conosciuto in questa frazione di Pavona e addirittura sostenuto dallo stesso Sindaco, che pensate, voleva portare acqua del mare dissalata all'interno del nostro lago utilizzando un’opera archeologica come l’emissario. Sottolineo come sia triste constatare che a Castel Gandolfo il passar del tempo non porti mai nessuna riflessione, nessuna autocritica e nessun ripensamento nelle menti di chi, da ormai molti anni amministra in maniera assolutamente inadeguata la città di Castel Gandolfo mettendo, a causa delle proprie decisioni, una seria ipoteca sul futuro della collettività castellana. Va di moda in questi ultimi mesi a Castel Gandolfo asfaltare e tentare di illuminare le strade, costruire fognature e quant'altro riguardasse i servizi pubblici, persino prevedere l’allestimento di un’isola ecologica per l’avvio della raccolta differenziata, mai iniziata fino ad oggi benché l’attuale amministrazione avesse avuto a disposizione dalla Provincia di Roma, già dal 2008, ben 304 euro per detta finalità. Tutto ciò, fatto solo ed esclusivamente con l'approssimarsi delle elezioni amministrative, in una squallida logica elettorale. Ebbene questa pratica sembra davvero dura a morire anche oggigiorno, nell’anno di grazia 2012, come se questo bastasse per far dimenticare i guasti arrecati alla popolazione da parte dell'attuale maggioranza in carica e permettere alla stessa di rifarsi una verginità politica in funzione dell'approssimarsi delle elezioni. La cosa più triste in tutta questa faccenda è che, ancora una volta, l'ennesima volta, in campagna elettorale si tenterà di spacciare un sacrosanto diritto dei cittadini, quello di ricevere un servizio, per un favore da ripagare con il voto. Siamo però dell'idea che i cittadini Castellani, ma soprattutto quelli di Pavona e delle altre frazioni abbiano, in tutto questo tempo, acquisito una consapevolezza tale nei confronti di coloro i quali immeritatamente li amministrano e sapranno ripagare con la giusta moneta chi, anche nei prossimi giorni, cercherà con la sua maestrale arte affabulatoria di imbrogliarli con le chiacchiere e le promesse di interessamenti alle loro più svariate faccende. I cittadini sanno, oggi più che mai, che le chiacchiere lasciano il tempo che trovano, ossia quello della campagna elettorale, passata la quale ed in caso di un'improbabile riconferma di questa maggioranza o di coloro che ne hanno fatto parte in questi cinque anni, gli unici favori che questi ultimi faranno, saranno quelli rivolti a loro stessi ed ai loro amici (sodali), visto che alla cittadinanza finora hanno fatto solo danni. I cittadini sono consapevoli che è ormai giunto il tempo di scacciare i mercanti dal tempio e di restituire a Castel Gandolfo ed ai suoi cittadini la dignità e la speranza in un futuro migliore, cosa di cui sono stati privati in questi ultimi anni. Mi impegno a continuare ad ispirarmi ai principi più sani della società civile quali trasparenza della pubblica Amministrazione, partecipazione dei cittadini alla gestione della cosa pubblica, identità ed amore per la propria terra, legalità, valorizzazione delle risorse del comune e sviluppo delle attività produttive. Partendo proprio da questi principi si può quindi comprendere meglio il nostro programma di governo, che si sviluppa in sei aree specifiche: politiche ambientali, energetiche e urbanistiche, politiche giovanili, politiche per le risorse, politiche per le attività produttive e politiche per il territorio. Ovviamente l'elenco non si sviluppa in modo casuale in quanto ho voluto sottolineare l'importanza di effettuare interventi rapidi e accurati a sostegno dell'ambiente e dell'occupazione giovanile. In caso di elezione al ruolo di primo cittadino di Castel Gandolfo, agirei immediatamente proprio in questi due settori; le politiche giovanili sono l'unico strumento per riscoprire, valorizzare e puntare sull'elemento fondamentale del nostro futuro e del nostro territorio, che sono appunto i giovani, a mio parere l'unico vero esercito di non garantiti di questa società. Come realizzeremo tutto ciò? Abbiamo intenzione di attivare una serie di corsi di formazione per tutti che saranno la base di partenza per la creazione di opportunità di lavoro per i nostri giovani, cercando quanto più possibile di farli lavorare a casa a Km 0, dialogando e collaborando inoltre con tutte le imprese presenti sul territorio e nell'hinterland, compresa Roma, e creando l'opportunità di svolgere stage al loro interno, per dar loro la possibilità di farsi apprezzare e conoscere nel mondo del lavoro e lavorare a progetti di accompagnamento alla nascita di imprese giovanili (incubatori d'impresa). Inoltre apriremo anche uno sportello europeo per attrarre risorse a sostegno del territorio e dei nostri giovani e li assisteremo ed incoraggeremo nei processi di avviamento di attività d’imprese. Per quanto riguarda l'ambiente invece, con l’appoggio della Regione Lazio e del nostro Assessore Mattei, ci muoveremo per tutelare la salubrità del lago e conseguentemente per rilanciare tutte le attività economiche connesse ad esso. Sulla tematica del trasporto pubblico la nostra azione sarà improntata al miglioramento o meglio all’istituzione del servizio di collegamento centro città - frazioni - lago; riteniamo infatti che tutti i cittadini, specialmente quelli delle frazioni, debbano essere messi nelle condizioni di arrivare tranquillamente e in maniera rapida al centro città, nelle stazioni ferroviarie e nei nodi di scambio della viabilità locale, senza dover usufruire della propria autovettura. La viabilità, via di collegamento umano e fattore base per nuove opportunità commerciali e turistiche per la nostra città, verrà supportata, ove necessario, da un incremento della segnaletica turistica e da uno sguardo d’insieme alla toponomastica della città. Tutte le procedure di gare, bandi e concorsi pubblici diverranno on-line. Castel Gandolfo dovrà essere anche e soprattutto una città dell’ambiente in cui alta qualità della vita e sostenibilità ambientale siano elementi complementari. L’edilizia scolastica sarà uno dei nostri primi impegni di salvaguardia in termini di riqualificazione: i nostri figli devono studiare al sicuro. Prevederemo l’edificazione di nuovi asili e/o scuole Superiori a basso impatto ambientale. Il cittadino delle frazioni deve sentirsi e deve essere parte integrante di questo progetto e non essere più un cittadino di serie B. Proporremo una commissione, in collaborazione con ACEA , per la valutazione della qualità del servizio idrico e della qualità dell’acqua ( NO ARSENICO ). Attiveremo campagne di sensibilizzazione e formazione al rispetto dell’ambiente e alla gestione dei rifiuti, abituando il cittadino ad una raccolta differenziata “porta a porta”. La stessa formazione sarà da svolgere anche nelle scuole per far comprendere l’importanza della RACCOLTA DIFFERENZIATA. Tra tutte le iniziative del programma, desidero ricordare quelle dedicate alle politiche per la casa, al fine di facilitare, attraverso l'istituzione di cooperative, l'acquisto di una prima abitazione da parte delle giovani coppie castellane, dei ceti meno abbienti e degli appartenenti alle Forze di Polizia e le Forze Armate che vengono a lavorare in questo territorio e che altrimenti sarebbero costretti a spostarsi in altri comuni. Importanti saranno le iniziative che vedranno coinvolti in servizi comunali i lavoratori disoccupati e la valorizzazione delle persone anziane strutturandole nel tessuto sociale, per collaborazioni di ogni tipologia, dall’associazionismo al contesto famigliare, trasmettendo i valori della vita e attivando presso il Centro Anziani un Consiglio degli Anziani, con un portavoce in sede comunale. Saranno monitorate le persone anziane che vivono da sole, supportandole nelle loro azioni quotidiane, e aiutati i nuclei famigliari che mantengono le persone anziane all’interno della loro abitazione evitando il ricorso a strutture private o istituti. La partecipazione che vogliamo con la nostra amministrazione è una partecipazione attiva su base democratica; il Comune è di tutti ed aperto a tutta la cittadinanza, nessuno escluso. Sullo sviluppo delle attività produttive ruota lo sviluppo locale; Castel Gandolfo, grazie alla residenza Papale, può godere e vantare un turismo religioso e non solo, e proprio su questo che l’intera cittadina deve mobilitarsi, promuovere ed adoperarsi. Le Frazioni dovranno poter usufruire di tutti i servizi che il nostro programma di governo prevede e ritiene di poter realizzare. Importante sarà la nascita del Vigile di Frazione, un miglioramento degli uffici distaccati dell’amministrazione comunale, un regolamento che porti all’elezione di un Consiglio delle Frazioni o la costitituzione del Comitato Civico di Frazione (Pavona, Mole e Lago); Ogni frazione infatti potrà contare su persone di riferimento che faranno da intermediari con la residenza comunale e porteranno problematiche da affrontare e risolvere attraverso forum, dibattiti e incontri. Per concludere, lo scopo ultimo della nostra lista è quindi quello di riportare nei consessi politici e amministrativi la pratica dell'ascolto, la cultura dell'attenzione e l'etica della solidarietà, della trasparenza, della partecipazione e della legalità. Vogliamo una città che sia modello in tutti i Castelli per uno sviluppo virtuoso. Il Comune deve diventare la vera casa di tutti. Mi piace concludere questo mio intervento con una bella frase di Giuseppe DOSSETTI pronunciata nel lontano 1945 ""L'unica possibilità e la condizione pregiudiziale di una ricostruzione stanno proprio in questo; e cioè che una buona volta le persone coscienti e oneste si persuadano che non è conforme al vantaggio proprio restare assenti dalla vita politica e lasciare quindi libero campo alle rovinose esperienze dei disonesti e degli avventurieri"". Un caro saluto. Raffaele DALESSANDRO

Intervista ad Alberto De Angelis candidato sindaco a Castel Gandolfo

vedi anche le pagine 4 e 5 di ECO 16

venerdì 27 aprile 2012

ARICCIA - UNA SITUAZIONE DI GRAVE RISCHIO


Ci è stata segnalata una situazione davvero inquietante In via Della Strada Nuova al civico 93/95 c'è un grande locale che non può essere utilizzato al meglio perché pericoloso. Il proprietario Samuele D'Ippolito ci ha detto di aver denunciato la questione all'amministrazione e alle autorità competenti già da oltre un anno. Il locale è situato sotto il parcheggio comunale di Borgo San Rocco, nei pressi di alcune delle più rinomate fraschette, dove ogni giorno parcheggiano numerose auto. Il manto stradale è visibilmente danneggiato e le infiltrazioni d'acqua piovana hanno lentamente lesionato il solaio sottostante. Le vibrazioni e il peso degli automezzi stanno facendo il resto e la situazione rischia di precipitare. A parte il danno per il proprietario che non può utilizzare il locale, non può neanche affittarlo, c'è un rischio che ciappare reale e grave per i cittadini. È vero che sono state messe delle transenne nel parcheggio ad evitare che automezzi possano sostare nel punto più a rischio, ma queste vengono regolarmente spostate e ignorate, del resto non ci sono cartelli che indichino pericolo o il peso massimo che potrebbe sopportare la struttura. Ci auguriamo che questa situazione di rischio possa essere risolta al più presto, prima che qualcuno possa dire “l'avevo detto”.




domenica 22 aprile 2012

Intervista a Giovanni Libanori


Giovanni Libanori parla con ECO 16 del candidato sindaco Alberto Bertucci e del programma per Nemi. 
Dal 29 aprile in distribuzione il nuovo numero di ECO 16 dove si parlerà di ambiente, di territorio e di elezioni amministrative con particolare riferimento ai comuni di Nemi e Castel Gandolfo.

sabato 21 aprile 2012

NORMATIVA E PREZZI PUBBLICITÀ ELETTORALE



La pubblicità elettorale su ECO 16 segue la normativa vigente relativa alle pubblicità elettorali sui periodici cartacei.
Per quanto riguarda gli spazi elettorali questi sono di 4 categorie:
piccolo 12 X 7 (cm) al prezzo di 50 euro
un quarto di pagina al prezzo di 100 euro
mezza pagina al prezzo di 200 euro
la pagina intera (solo l'ultima) al prezzo di 300 euro.
Ai prezzi elencati va aggiunta l'IVA al 4 %. Non sono possibili sconti o trattative.

venerdì 20 aprile 2012

ROCK PER UN BAMBINO


Il 25 maggio alle ore 21, al Pala Cesaroni di Genzano di Roma, si svolgerà l’evento di beneficenza, giunto alla 4° edizione, il cui incasso verrà devoluto interamente all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Anche quest’anno ospiti di tutto rispetto, primi fra tutti gli AVIM-B con Luca Guadagnini, Gigi D’Alessio, Simone Cristicchi, Antonio Giuliani, Edoardo Vianello e tanti altri artisti. Presentano Claudio Lippi e Tiziana Mammucari. Il costo del biglietto è di 10 euro. Per ogni informazione www.rockperunbambino.it.
 di Gianni Casciano

su questo numero di  ECO 16,  come sempre, potete trovare la rubrica musicale a cura del nostro amico Gianni Casciano

I cittadini non vogliono l'inceneritore e lo scrivono sulle loro case















I cittadini non vogliono l'inceneritore e lo scrivono sulle loro case appendendo, ad Ariccia come ad Albano, striscioni che inneggiano alla riduzione, riuso e riciclo contro l'inceneritore dei Castelli













Il senatore Gasparri sostiene il candidato sindaco a Castel Gandolfo Raffaele Dalessandro

Il senatore Gasparri è giunto nella città di Castel Gandolfo per dare il suo sostegno al candidato sindaco per Castel Gandolfo Raffaele Dalessandro. Noi di ECO 16 eravamo presenti ed abbiamo posto qualche domanda al Senatore che da lungo tempo conosce Dalessandro del quale conosce l'impegno come uomo delle istituzioni, vicino alle persone e amante del territorio.

Lettera aperta di una cittadina al sindaco Marini


Cecchina, 16 aprile 2012

(Il post del sindaco Marini cui fa riferimento la lettera della lettrice)
Egregio Sindaco,
mi chiamo Elena Taglieri, sono cittadina di Albano Laziale e Le scrivo quale mia personale ed autonoma iniziativa. La Sua 'riflessione' da Lei scritta oggi su facebook riguardante il corteo No-Inc di sabato 14 aprile mi lascia sconcertata, rammaricata, amareggiata, tradita.

(Un momento della manifestazione)
A pochi giorni dall'avversa sentenza del Consiglio di Stato, nessun improrogabile 'impegno famigliare' avrebbe potuto trattenerla dal partecipare a questo corteo, in prima fila e con la fascia tricolore: solo la malaugurata ipotesi di un lutto, di un' incidente, di una malattia sarebbero valsi come motivi più che giustificabili di assenza. Neppure il matrimonio del miglior amico o di un parente. A nulla serve ora questa sua 'riflessione', che francamente mi trasmette solo una sensazione di pura formalità, nè serviranno quelle dichiarazioni che Lei nei prossimi giorni sicuramente rilascerà alle varie testate giornalistiche, e che la cittadinanza tutta si troverà a leggere sia sui vari "Cinque", "AlbanoTeam", "Eco16", "Albano In Comune", che su tutto quel sottobosco di giornalini locali, più o meno indipendenti politicamente, e in ultimo sullo stesso sito del Comune di Albano, nella sezione News. Lei ora commenta e commenterà un film raccontato da altri, un qualcosa che non ha vissuto in prima persona, 'mettendoci la faccia', al contrario di quanto scriveva in campagna elettorale fino a 2 anni fa. La sua 'faccia' non è stata vista al corteo, che, insieme alla cittadinanza che stava a guardare dietro le finestre, si è trovata come un gregge senza pastore. Questa sua assenza ha mandato un chiaro ma confuso messaggio: che la questione inceneritore non merita tanta importanza, nè lo scopo del corteo stesso.
Lei, signor Sindaco, non è sceso in campo 'arrabbiato' per la sentenza del consiglio di Stato, nè per le ultime dichiarazioni del ministro Clini, rassicurando la cittadinaza di Albano che le illegalità non avranno futuro. Gli altri sindaci, quelli veramente arrabbiati debbono essere per forza in altri comuni, come a Terzigno, a Monasterace? Ed uno spiegamento di Forze dell'Ordine così fin troppo abbondante non sarebbe stato necessario se Lei fosse stato presente, nè sarebbero occorse sofferte trattative all'ultimo minuto per strappare l'autorizzazione ad un percorso più lungo. Lei ci ha abbandonati a noi stessi!
E gli altri ci hanno scambiato per un manipolo di disperati, potenzialmente violenti.
Questo è emerso dai mass-media e questa è l'idea che lei forse continuerebbe a farsi senza documentarsi approfonditamente a riguardo. Ed uno spiegamento di Forze dell'Ordine, sprecate e strappate ad altri territori per la prevenzione della sicurezza in aree ben più critiche, non necessita di essere così sproporzionatamente massiccio laddove ci sia proprio il sindaco in persona, il primo cittadino, ad essere il primo a testimoniare con la propria presenza, a prendere parola al microfono, a fare un piccolo 'comizio', come quando ne teneva prima di essere eletto, stavolta però di incoraggiamento e di esempio a non mollare la speranza. A noi cittadini non bastano i suoi vice: due anni fa è stato votato lei come Sindaco, non l'Amministrazione. La Giunta l' ha formata Lei Signor Sindaco, si ricordi che tutto quanto di increscioso è accaduto ed è ancora in essere, quasi sicuramente non sarebbe capitato se Lei fosse stato in prima fila a capo del corteo, dall'inizio alla fine. Questo succede quando la gente esasperata trema al pensiero che un cantiere possa iniziare anche l'indomani. Ma forse per questo pensiero, per questa spada di Damocle, per questa imminente possibilità, ecco, forse Lei ancora deve concedersi una riflessione che ha bisogno ancora di una attesa.
Tanto era dovuto Cordialità
Elena Taglieri (del "Coordinamento NO-INC")

mercoledì 18 aprile 2012

Ariccia 18 aprile 2012 - Respinta l'ennesima richiesta di sospensiva




Non è stata accolta l'ulteriore ed ennesima richiesta di sospensiva dell'ormai ex amministrazione Cianfanelli. Udite per le parti gli avvocati Di Rienzo, Michetti e Protto, il Consiglio di Stato nel giorno 17 aprile 2012, considerato che il ricorso non appare assistito da “elementi di fumus idonei a superare le perspicue argomentazioni, ovvero, si potrebbe dire, non sono stati rilevati argomenti utili a sospendere l'esito del TAR, ha ritenuto che non sussistono i presupposti per la proposta di istanza cautelare. In sostanza ad Ariccia, per ora, rimane la commissario Enza Caporale che, già da diversi giorni, sta lavorando per l'amministrazione della città.

Di seguito il link ad una delle quattro ordinanze del Consiglio di Stato pubblicate in data 18 aprile:

lunedì 16 aprile 2012

Il futuro dei nostri figli dipende da noi

Oltre ogni polemica, oltre ogni schieramento rimane un solo obiettivo: un ambiente migliore dove garantire un futuro pulito e sano per i nostri figli.



domenica 15 aprile 2012

La Manifestazione del 14 aprile contro l'inceneritore

Una manifestazione partecipata, nonostante la pioggia, dove i cittadini hanno ribadito il loro diritto alla salute, ad un territorio che non sia tramutato nella discarica di Roma e del Lazio o nel luogo dell'incenerimento di rifiuti che dovrebbero essere risorse. Una manifestazione per non dire solo "NO", ma per proporre sistemi alternativi all'incenerimento. 
I disordini che si sono verificati alla fine della manifestazione non devono delegittimare ne far perdere di vista l'unico vero obiettivo: bloccare la costruzione del nefasto inceneritore di Roncigliano.
A seguire il video dell'intervento di Simone Carabella che a seguito dei disordini che si sono creati alla fine della manifestazione ha rilasciato la seguente dichiarazione: "I MANIFESTANTI STORICI DEL NO-INC PRENDONO SUBITO LE DISTANZE DA CHI RISCHIA DI VANIFICARE CON LA VIOLENZA,  LE CAMPAGNE AVVIATE DA ANNI.  RICORDO A TUTTI CHE IN 5 ANNI E' LA PRIMA VOLTA CHE SI VERIFICANO DISORDINI. E' IL MOMENTO PIU' DELICATO DELLA VERTENZA, E MAI COME ADESSO C'E' BISOGNO UNIONE. LA STRADA DA SEGUIRE E' QUELLA CHE FINO AD OGGI E' STATA PERCORSA, QUELLA DELLA LEGALITA', INSEME A TUTTI I CITTADINI DEI CASTELLI ROMANI.
UNITI SI VINCE"!!!!!

sabato 14 aprile 2012

Int. a l'On Peduzzi (Rifondazione) "Da sempre contro l'inceneritore"

Abbiamo incontrato ad Albano l'On Peduzzi, consigliere regionale di Rifondazione Comunista, unico consigliere ad aver votato contro l'allora giunta Marrazzo, a costo di uscire dalla maggioranza, sulla questione dell'inceneritore di Albano.





venerdì 13 aprile 2012

SABATO 14 APRILE IN PIAZZA CONTRO L'INCENERITORE

ECO 16 INVITA TUTTI I SUOI LETTORI E TUTTI COLORO CHE PENSANO CHE L'AMBIENTE E L'ARIA CHE RESPIRIAMO SIANO COSE CHE VADANO PROTETTE AD OGNI COSTO A PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE CONTRO L'INCENERITORE SABATO 14 APRILE CON PARTENZA ALLE ORE 
15,00 - 15,30 DA PIAZZA MAZZINI AD ALBANO LAZIALE

martedì 10 aprile 2012

ECO 16 n 27 del 12 aprile 2012

Da domani sera in distribuzione le copie cartacee di ECO 16 n 27. Per ora possiamo sfogliare l'edizione elettronica. Su questo numero si Parla di Ambiente con la sentenza del Consiglio di Stato sull'inceneritore; di politica con le prossime amministrative che vedranno al voto alcuni importanti comuni dei Castelli; di sanità; della situazione di Ariccia e dei ricorsi al Tar. Si parla anche di Sport, Musica, cinema, cultura. tutto in sole 8 pagine.

UNA LETTERA PER RIAPRIRE IL PONTE DI ARICCIA SUL N 27 DI ECO 16


Sul prossimo numero di ECO 16, in distribuzione da domani sera, 11 aprile,  a pagina 5 una lettera di cittadini pendolari di Ariccia, Genzano, Albano, che chiedono, con una lettera con circa 300 firme, la riapertura del Ponte Monumentale ai mezzi Cotral.

FRATELLI D'ITALIA


RICEVIAMO E DIAMO ECO

DA NON PERDERE!!!
Al Teatro Alba Radians di Albano Laziale martedì 17 aprile, alle 21,
sarà in scena “Fratelli d’Italia” di e con Augusto e Toni Fornari.
Fratelli d’Italia, racconta in tono leggero ma non superficiale i molteplici volti dell’Italia: l’Italia
spensierata, spregiudicata, l’Italia dei furbetti, e l’Italia smarrita, preoccupata che ha un rigurgito di
dignità, di onore, di amor patrio. I “Fratelli d’Italia” sono Augusto e Toni Fornari...ma siamo anche noi,
quelli che dicono “Va tutto bene” e quelli che dicono “va tutto male”. Una duplicità che viene finemente
incarnata in scena dalla coppia di affiatatissimi attori. Una divertentissima sequenza di parodie musicali,
sketches comici, satira, stravolgimento completo di canzoni, situazioni e virtuosismi musicali, con
momenti di riflessione sullo sfondo di un’Italia per cui si continua a ridere e sperare.
http://www.youtube.com/watch?v=6ynWvEdLNV0
Biglietti:
Intero platea I Settore: € 18.00 - Ridotto platea I Settore: € 15
Intero platea II Settore e galleria: € 13 - Ridotto II Settore e galleria: € 10
INFO E PRENOTAZIONI:
TEATRO ALBA RADIANS
Borgo Garibaldi 8/10 - Albano Laziale - 06/9323897 - albaradians@albalongaspa.it
DRINSERVICE
Genzano di Roma - 06/9364605 – WWW.DRINSERVICE.COM - info@drinservice.com
ONLINE
WWW.LIVETICKET.IT
SOSTENETE LA CULTURA: VENITE A TEATRO!

domenica 8 aprile 2012

I CITTADINI IN CROCE PER LA MONDEZZA. SALVIAMO IL TERRITORIO

Paolo Simonini di Pizzo del Prete, coordinatore di Rifiuti 0 del Lazio, è salito sulla croce, sotto il comune di Albano,  nel giorno di Pasqua, dopo 5 giorni di digiuno, per sottolineare la sofferenza delle persone e del territorio che subiscono le "violenze ambientali" dovute ad una cattiva e poco lungimirante gestione dei rifiuti.
La croce ha un significato di sofferenza, senza implicazioni religiose e come dice Paolo Simonini "siamo cittadini in croce e con la minaccia della distruzione dell'ambiente e della nostra salute soffriamo come ha sofferto Cristo sulla croce".
Anche Simone Carabella, per rappresentare la sofferenza dei cittadini e del territorio dei Castelli è salito sulla croce. (sul prossimo numero di ECO 16 (in uscita il12 aprile) un'intervista a Simone.

Sotto il video con intervista a Paolo Simonini.
IL 14 APRILE PER PROTEGGERE L'AMBIENTE DALLA DISCARICA DI RONCIGLIANO E DALLA COSTRUZIONE DELL'INCENERITORE TUTTI I CITTADINI SONO CHIAMATI A SCENDERE IN PIAZZA AD ALBANO PER MANIFESTARE IL PROPRIO DISSENSO.

ARICCIA - I manifesti sulle sentenze del TAR

Posti uno accanto all'altro tutti possono valutare serenamente chi dimostra maggiore credibilità e serietà.

 Chi desideri leggere le sentenze del TAR può farlo Cliccando sui link seguenti

http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%202B/2011/201105704/Provvedimenti/201202550_01.XML
http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%202B/2011/201105751/Provvedimenti/201202620_01.XML


Dall'11 aprile in distribuzione il nuovo numero di ECO 16 con approfondimenti e riflessioni sulla questione di Ariccia ma anche sulla manifestazione contro l'inceneritore che si svolgerà il 14 aprile ad Albano. Poi articoli sulla sanità ai Castelli e sulle prossime elezioni amministrative che coinvolgeranno alcuni dei nostri comuni, con i nomi di tutti i candidati sindaco. 

giovedì 5 aprile 2012

SABATO 7 ASSEMBLEA PUBBLICA - SABATO 14 MANIFESTAZIONE CONTRO L'INCENERITORE

Sabato 7 Aprile 2012, ore 17,00, presso piazza Don Fabrizi, a Genzano di Roma (o, in alternativa, in caso di maltempo, nell’adiacente auditorium comunale) assemblea pubblica Comitato No Inc – Comitato No Debito. Interverranno esponenti del Comitato No Inc, del Comitato No debito, il noto giornalista - nonché ex europarlamentare - Giulietto Chiesa, il comico Paolo Pesce ed un gruppo di percussionisti africani: in preparazione del Grande Corteo Contro l'Inceneritore in programma per Sabato 14 Aprile 2012, ore 15,30, a Piazza Mazzini, ad Albano.

martedì 3 aprile 2012

L'INQUINAMENTO ACUSTICO È DANNOSO PER LA CRESCITA E DIFFUSIONE DELLE PIANTE.


Un motivo in più per non costruire una nuova grande strade a Vallericcia.
Non solo il traffico automobilistico è fonte di inquinamento per l'aria che respiriamo e di stress per tutti noi che dobbiamo sopportarne il rumore, ma compromette anche la crescita delle piante. Questo è stato evidenziato da uno studio americano del National Evolutionary Synthesis Centre del North Carolina, secondo cui l'inquinamento acustico di auto e moto allontana, nel lungo periodo, gli uccelli e gli insetti responsabili dell'impollinazione e, dunque, della vita della flora. Un motivo in più, se ce ne fosse bisogno, per non costruire nuove strade all'interno di zone agricole, specie se queste sono importanti e di rilievo com'è Vallericcia che, come ha sancito e definito nel Piano Territoriale Paesistico Regionale la Regione Lazio, è Paesaggio Agricolo Primario.
Comitato di Quartiere di Vallericcia

domenica 1 aprile 2012

SI CANTA LA PACE NELLA MESSA DI DON GAETANO

Velletri, in una Chiesa affollata all'inverosimile si canta la Pace e sempre di più si sente il bisogno di Pace: Pace fra gli uomini, Pace nella natura tutta.

"GLI INCENERITORI FANNO SEMPRE MALE" MANIFESTAZIONE AD ALBANO IL 14 APRILE. - INTERVISTA AD ALDO GAROFALO

Non è vero che esistano in Germania o in qualsiasi altro posto inceneritori che non fanno male alla salute. Noi di ECO 16 ne abbiamo parlato con Aldo Garofalo, chimico, attivo con il movimento No Inc di Albano, studioso ed esperto degli effetti degli inceneritori sull'ambiente e sulla salute delle persone. "Per il 14 Aprile è annunciata una grande manifestazione contro l'inceneritore ad Albano Laziale e tutti i cittadini che hanno a cuore la propria salute e quella dei loro figli sono invitati a partecipare".