venerdì 27 luglio 2012

Ad Ariccia il 28 Luglio il film su Don Pino Puglisi ALLA LUCE DEL SOLE

Come annunciato sull'ultimo ECO 16 a pag 6 il 28 luglio sul Bel Vedere di Ariccia la Parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo organizza la proiezione del film Alla Luce del Sole. L'evento è patrocinato dal Comune di Ariccia.
Per chi ancora non l'avesse fatto si può sfogliare l'ultimo numero di ECO 16.


mercoledì 25 luglio 2012

L’ispezione “non concordata” non sa’ da fare ...

Come ricorderete mercoledì scorso 18 Luglio tre funzionari della Asl Rm-H e quattro tecnici del “Gruppo di Ricerca Sensori” guidati dal Prof. Paolesse (del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche dell’Università di Tor Vergata) hanno proceduto, con l’ausilio del naso-elettronico, all’avvio delle attività di mappatura della qualità dell’aria nei pressi della discarica di Roncigliano (Cecchina di Albano Laziale). Discarica per rifiuti indifferenziati di proprietà della società appartenente al gruppo del monopolista dei rifiuti della Regione Lazio Manlio Cerroni. Fonti dell’Azienda Sanitaria locale confermano che la Pontina Ambiente srl ha negato l’accesso in discarica ai ricercatori universitari del “Gruppo Sensori” - nonché alla relativa strumentazione tecnica (naso-elettronico) - consentendo l’ingresso ai soli funzionari della Asl Rm-H (in qualità di Polizia Giudiziaria). Il Prof. Paolesse, a tale proposito, ha dichiarato: “Da parte della Pontina ambiente srl è stata espressa la volontà di permettere l’accesso in discarica esclusivamente ai funzionari della Asl Rm-H ma non anche ai ricercatori del Gruppo Sensori del Dipartimento di Scienze e Tecnologie chimiche dell’Università di Tor Vergata. E’ stato vietato l’ingresso, quindi, anche alla relativa strumentazione tecnica, ovvero al naso-elettronico. Spero si sia trattato di un semplice difetto di comunicazione. I responsabili della discarica, sorpresi, hanno sostenuto più volte di non essere stati avvisati dell’ispezione. Spero, sinceramente, che il problema si possa risolvere presto. Non vogliamo “stressare” la situazione. Ritengo sia interesse della stessa società Pontina Ambiente sgombrare il campo da qualsiasi dubbio relativo alla presenza di molestie olfattive o, peggio, di altro. Ripeto: spero questa situazione si risolva presto.” Se la discarica di Albano, di proprietà della società Pontina Ambiente srl del Gruppo Cerroni, è gestita nel rispetto rigoroso sia del Decreto Legislativo n. 36/2003 (attuazione della direttiva U.E. n. 1999/31 in materia di discariche per rifiuti indifferenziati) sia del Decreto Legislativo n. 152/2006 (il così detto Decreto Matteoli, ovvero il Testo Unico in materia ambientale), perché negare l’accesso ai ricercatori del “Gruppo Sensori” di Tor Vergata ed al Naso-Elettronico? Qual’è il timore della Pontina Ambiente srl di Cerroni? C’è forse qualcosa da nascondere? Il Gruppo di Ricerca Sensori, tra l’altro, ha sottoscritto un contratto di collaborazione tecnico-scientifica con la Asl Rm-H. Contratto che conferisce ai ricercatori il diritto/dovere, nonché la piena legittimità, di svolgere tutte le indagini utili all’analisi della qualità dell’aria nei pressi del noto sito di smaltimento rifiuti dei Castelli Romani, con le quali, ci auguriamo, riusciremo a definire, quantitativamente e qualitativamente, le caratteristiche chimiche della molestia olfattiva prodotta dalla discarica. Vi ricordo a proposito, inoltre, che al Tar Lazio è in corso un ricorso amministrativo contro il VII invaso (I° e II° sub-lotto). Otto amministrazioni comunali - su dieci totali del bacino di Roncigliano (ovvero che sversano i propri rifiuti indifferenziati nella discarica di Roncigliano) – tra cui quella di Albano Laziale, si sono costituite ad adiuvandum con il No Inc. Proprio in questo senso, i dati scientifici in corso di elaborazione da parte del Prof. Paolesse e del “Gruppo Sensori”, ci permetteranno di rendere ancora più efficace ed incisiva, in sede giudiziaria ed amministrativa, la vertenza contro il VII invaso e contro l’inceneritore dei Castelli Romani. Dati scientifici che presto, speriamo, si uniranno, come vi ricordo, alla caratterizzazione geologica ed idrogeologica della discarica di Roncigliano in corso di definizione da parte del Comune di Albano Laziale, nonché delle altre nove amministrazioni di bacino. L’impianto di incenerimento dei Castelli Romani, difatti, venne autorizzato dalla premiata compagnia Marrazzo/Di Carlo - con l’AIA B-3694 del 13.08.2009 – sul presupposto dell’assenza totale di inquinamento ambientale pregresso nell’area di Roncigliano. Nel relativo verbale di autorizzazione, la Regione Lazio sosteneva, per bocca del dirigente Dott. Luca Fegatelli, che: “è stato dato incarico ad ARPA LAZIO di effettuare un’approfondita analisi sull’impatto ambientale e, conseguentemente, di verificare la qualità delle acque di falda e dello stato delle emissioni in atmosfera, ivi incluse le emissioni odorigene della preesistente discarica di Albano. Da tale analisi di ARPA LAZIO non sono emersi elementi di criticità.” (Verbale della conferenza dei servizi relativa all’inceneritore di Albano del 20.04.2009). Al contrario nel 2010 e nel 2011 l’Arpa Lazio, come noto, ha riscontrato nelle falde acquifere sottostanti la discarica di Roncigliano un grave inquinamento: Bromuri (otto volte superiori ai limiti di legge), floruri (sei volte i limiti di legge), benzene (tre volte i limiti di legge), ferro (dieci volte i limiti di legge), arsenico (due volte i limiti di legge), manganese (due volte i limiti di legge), tribromometano (sei volte i limiti di legge), dibromoclorometano (otto volte i limiti di legge). Tenuto conto di tutto ciò, crediamo vi siano i termini per chiedere - secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 59 del 2005 - la revisione dei termini di Autorizzazione Integrata Ambientale n. B-3694 del 13 agosto 2009 relativa all’inceneritore dei Castelli Romani. No agli inceneritori, no alle discariche, si alla raccolta differenziata porta a porta, alla riduzione, al riciclo ed al riuso dei rifiuti solidi urbani. PS: il 3, 4 e 5 Agosto - presso la bellissima vigna all’ingresso di Villaggio Ardeatino posta proprio davanti il terrapieno del VII invaso - si terrà la terza edizione del Dis-Camping: pranzi e cene con cucina locale. Tutte le sere: dibattiti, proiezioni, mostre e musica. Camping libero. Disponibili servizi igienici.
Daniele Castri
PER LEGGERE L'ARTICOLO SULL'ISPEZIONE NON CONCORDATA IN DISCARICA VEDETE L'ULTIMO NUMERO DI ECO 16 A PAG 5

lunedì 16 luglio 2012

Gramsci e Turati

Tra qualche giorno sarà in distribuzione il nuovo numero di ECO 16. Nel frattempo riproponiamo l'articolo Gramsci e Turati Le due Sinistre, recensione del bel saggio del Professor Alessandro Orsini, pubblicata su ECO 16 n° 29.

sabato 14 luglio 2012

Spreco d'acqua ad Ariccia mentre i Castelli sono in sofferenza idrica

Grave perdita d'acqua ad Ariccia in zona Borgo San Rocco il 13 luglio 2012, mentre ai Castelli Romani le carenze idriche si fanno sentire con tutti i loro pesanti disagi. 
E nello stesso giorno, sempre ad Ariccia, abbiamo scattato le foto sotto. 

PERDITA D'ACQUA DIETRO PARCO
 CHIGI, ZONA SELVOTTA (13 7 2012)
PERDITA D'ACQUA SUL
CORSO DI ARICCIA (13 7 2012)

Intanto il Lago Albano è in sofferenza, a Velletri sono costretti a fastidiose turnazioni e a Rocca Priora l'acqua è mancata senza preavviso già più volte dall'inizio dell'estate, cosa che purtroppo ci segnalano anche da altre zone dei Castelli e da Ariccia stessa, dove i cali di pressione sono cosa di tutti i giorni.

giovedì 12 luglio 2012

IL CENTROSINISTRA TENTA DI SUGGESTIONARE LA MAGISTRATURA


L'ASSESSORE REGIONALE LUCA MALCOTTI

Dopo le interrogazioni parlamentari, alla Camera e al Senato, ispirate dall'ex maggioranza ariccina, che aveva vinto le elezioni per un pugno di voti e poi annullate con sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, a poche ore dalla camera di consiglio del Consiglio di Stato, anche il senatore Andrea Augello ha depositato un'interrogazione urgente in Senato per il Ministro degli interni Cancellieri, come fa sapere con un comunicato Luca Malcotti, PDL, assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici della Regione Lazio: “Mercoledì 11 luglio 2012, il senatore Andrea Augello ha depositato un’interrogazione urgente in Senato per chiedere al ministro dell’Interno quali iniziative intenda assumere per approfondire i fatti che hanno determinato il doveroso annullamento da parte del Tar delle elezioni amministrative del 2011 nel comune di Ariccia, al fine di ricondurre tanto il danno subito sul piano erariale dall’Amministrazione, quanto eventuali risvolti penali alle persone che devono assumersene le responsabilità. Il centrosinistra - ha dichiarato l’assessore regionale Malcotti - ha depositato un’interrogazione a Camera e Senato contro la sentenza del Tar del Lazio che ha annullato il risultato elettorale delle elezioni amministrative di Ariccia per gravi irregolarità nello svolgimento delle operazioni di voto. Pd e Italia dei Valori hanno dato vita a un goffo e disperato tentativo di suggestionare il Collegio del Consiglio di Stato che si pronuncerà nelle prossime ore. Sono certo - conclude Malcotti - che la magistratura si baserà esclusivamente sulle prove documentali già acquisite dal Tar in sede di verificazione”.



ROBERTO DI FELICE
Dichiarazione dell’ex candidato a sindaco di Ariccia Roberto Di Felice
Ringrazio il senatore Augello per aver presentato un’interrogazione contro il tentativo del centrosinistra di suggestionare il collegio del Consiglio di Stato chiamato nelle prossime ore a pronunciarsi”. Lo dichiara in una nota l’ex candidato a sindaco di Ariccia per le elezioni del 2011, Roberto Di Felice. “E’ la stessa tattica - prosegue Di Felice - che l’ex sindaco di Ariccia, “ispiratore” delle interrogazioni parlamentari del centrosinistra, tentò nei confronti del Tar, ma infruttuosamente”.







Sul prossimo numero di ECO 16 in distribuzione dal 20 luglio tenteremo di dare conto in modo esauriente della situazione ariccina, sperando di poter dare la notizia del pronunciamento del Consiglio di Stato.