mercoledì 5 luglio 2017

Un libro per caso - “E LE STELLE NON STANNO A GUARDARE “ di LOREDANA LIMONE

di Francesca Senna
In tutti i paesi, in tutte le case, le fiabe sono sempre state il cibo desiderato di ogni fervida fantasia: perché nutrono la mente così come le carezze nutrono l’anima e il cibo nutre il corpo. Fiabe, carezze e cibo: tre elementi indispensabili per lo sviluppo dei bambini, ma necessari anche per gli adulti. Infatti la fame, quel bisogno e voglia di cibo, o di carezze se nasce nell’anima, è insopprimibile quanto la necessità di raccontare storie immaginarie in cui si proiettano paure, desideri e sogni.
Loredana Limone
Eccoci di nuovo affascinati dalla vita magica di questo piccolo Borgo che sembra svolgersi in un mondo incantato, magico.
Con la sua scrittura fresca, lineare, trasparente, Loredana Limone ci catapulta in uno stile di vita pacato, diverso da quelli che sono ormai le abitudini moderne dove tutto è velocità e superficialità. La lentezza, la dolcezza, il rispetto per i sentimenti che vi troviamo, fanno bene alla testa e al cuore, ci fanno riprendere fiato dalla travolgente quotidianità.
Uno stile narrativo leggero, magico e coinvolgente, ma al contempo capace di condurti in un mondo vero fatto di persone vere, dove le persone sono invischiate in argomenti importanti quali la violenza psicologica sulle donne, il plagio, l'omosessualità.
Con delicatezza l’autrice riesce a condire argomenti reali, quotidiani, a volte difficili da condividere, con atmosfere da romanzo, rosee e magiche, in modo che gli stessi perdano quelle accezioni negative sempre più spesso affidategli da una società poco attenta ai sentimenti.
I personaggi si trasformano in nostri “conoscenti di vecchia data”, diventano nostri amici, quasi che si conoscano personalmente; si condividono le loro gioie e dispiaceri, le preoccupazioni, le tensioni. Entrano a far parte della nostra quotidianità e al termine della lettura si ha come la sensazione di abbandono, di abbandonare amici che, nel bene e nel male, hanno accompagnato una parte della nostra vita.
Delicata la descrizione delle personalità, ben delineati i tratti caratteristici che ogni personaggio sfoggia; come nel primo romanzo si tratta di un racconto corale, dove ognuno con la sua storia porta dentro di sé qualcosa da condividere con il lettore.
Le loro vite si intrecciano nella normalità, conquistano, emozionano e fanno sorridere proprio per la semplicità con cui sono abilmente delineate dall'autrice. La quale questa volta riesce ad affascinare il lettore e a creargli una nuova forma di suspense grazie ad un inaspettato colpo di scena.
E' una lettura senza dubbio piacevole, le cui pagine scorrono veloci; l'impressione che ti resta dentro al termine della lettura di questo romanzo è quella di aver assistito ad una commedia piacevole e divertente, nel luogo ideale in cui ritrovare la gioia di vivere  e riscoprire sé stessi.




1 commento :

  1. ...come sempre bellissima recensione di Francesca Senna...Complimenti!!

    RispondiElimina