sabato 28 ottobre 2017

Un libro per caso - DIALOGHI TRA ALIENI Conversazioni su universi vicini e lontani. – di Bollani, Biglino, Givaudan, Sibaldi


di Gianni Casciano


E' un libro veramente molto particolare.
Seriamente ironico, affronta temi molto importanti sui quali da sempre l'umanità si pone delle domande.
Quattro personalità illustri, ognuno nel suo specifico ambito, apparentemente lontani tra loro.
Il personaggio cardine è Stefano Bollani, che introduce dapprima Mauro Biglino, scrittore ed esperto di testi sacri, che ha tradotto la Bibbia per le edizioni San Paolo. Biglino si limita a raccontare testualmente quanto è riportato sulla Bibbia cercando di analizzare il significato letterale dei testi senza influenzarli con interpretazioni personali.
E' la volta poi di Anne Givaudan, scrittrice ed esoterista, che racconta le sue esperienze di viaggio in altre dimensioni. Lo fa sintonizzandosi su altre frequenze, comunicando con altre entità che vivono su piani diversi da quelli conosciuti dall'uomo. Ha scritto molti libri attraverso i quali racconta i suoi viaggi e riporta i tanti messaggi che queste entità hanno per il genere umano. Nel suo intervento spiega cos'è un viaggio astrale.
Ed infine Igor Sibaldi, scrittore, filosofo, filologo e autore teatrale.
Nel suo intervento, nel capitolo del libro intitolato ALIENAZIONE, cerca di fondere e collegare gli interventi di Biglino e Givaudan, analizzando il rapporto tra alienologia e teologia, in maniera sublime.
Igor Sibaldi prima di iniziare il suo intervento parla di Stefano Bollani: “Apparentemente lui ha solo dieci dita, le altre non si vedono, e il tipo di elaborazione che sa fare è di conseguenza prodigioso”.
E continua: “Per spiegare il suo stile, si può ricorrere quindi all'allienologia? Anche la forma esteriore di Bollani sembra indurci a farlo. Ha infatti un aspetto picassiano, non esattamente terrestre”.  
Francesco Mazzarini, dice nella prefazione, che per questo libro, la lettura è da farsi nei seguenti modi: “La lettura letterale, che è quella che riguarda il significato di superficie, comprensibile da tutti. La lettura allegorica, che rimanda ad un altro significato. La lettura morale, cerca di far arrivare un insegnamento morale dall'operato dei protagonisti. La lettura anagogica, che fa riferimento a verità teologiche profonde e comprensibile ai pochi”.
Sono quattro chiavi di lettura che rispecchiano i quattro protagonisti.


Nessun commento :

Posta un commento