martedì 6 maggio 2014

Sanità difficile ai Castelli Romani - La protesta dei lavoratori del Regina Apostolorum

il Regina Apostolorum
Non è facile la situazione della sanità, anche qui ai Castelli Romani, e dopo i casi di cui ci siamo occupati in passato, ricordiamo soprattutto il caso del San Raffaele di Velletri, ormai chiuso, riportiamo la difficile situazione che si sta verificando al Albano Laziale in una delle più note e più stimate strutture del nostro territorio, l’Ospedale Regina Apostolorum.

Ieri pomeriggio si è svolta una manifestazione sindacale dei lavoratori paramedici che si sono riuniti in sin-in fino alle ore 16.00 di fronte l’entrata del nosocomio per protestare per la mancata retribuzione degli stipendi arretrati e la mancata chiarezza sulla posizione pensionistica.

Fauzi Cassabgi, assessore alle Politiche Sociali con delega alla Sanità del comune di Albano Laziale ha espresso in una nota la propria solidarietà, comprensione e vicinanza ai dipendenti dell’Ospedale Regina Apostolorum. L’Amministrazione Comunale di Albano, è scritto nel comunicato, segue costantemente e con attenzione la questione, e auspica che insieme agli altri soggetti istituzionali, che si stanno occupando della problematica, si possa presto giungere ad una soluzione positiva, considerando anche l’importante rilevanza sanitaria ed occupazionale di questa struttura. Ha aggiunto poi Cassabgi: “Inoltre, non vogliamo che la situazione generale arrechi anche ritardi con disagi al servizio sanitario. Il “Regina Apostolorum” infatti, è da sempre un importante polo medico per tutta l’area dei Castelli Romani”.


E certamente con un ospedale ancora in costruzione, quello di Ariccia, detto Ospedale dei Castelli Romani che speriamo possa entrare in funzione entro pochi anni e comunque il prima possibile, e con tutte le strutture che nel corso del tempo sono state depotenziate, per esempio l’Ospedale Spolverini di Ariccia, quello di Genzano che aveva un ottimo pronto soccorso, incredibilmente dismesso, e con l’Ospedale di Albano, sempre super affollato, il Regina Apostolorum assume un’importanza davvero grande nel panorama sanitario dei Castelli Romani.

Nessun commento :

Posta un commento