mercoledì 29 ottobre 2014

SITUAZIONE CATASTROFICA - Un lago di percolato nella discarica di Roncigliano

Domani alle h 21.00 presso l'OK Club di Albano Laziale, via Pantanelle a Cancelliera,  ci sarà un'assemblea pubblica con argomento il VII invaso della discarica di Roncigliano che secondo l'ultimo rapporto dell'Arpa in condizioni disastrose, come scrive Daniele Castri sul Caffè dei Castelli.
Sabato 1 novembre, a partire dalle ore 8.00,  ci sarà invece un presidio di fronte i cancelli della discarica stessa, in via Ardeatina al Km 24,700. Ovviamente tutti sono invitati a partecipare per fare sentire la propria voce, il proprio dissenso contro una situazione che sta degradando giorno dopo giorno il nostro territorio, che sta avvelenando, giorno dopo giorno, i cittadini che vivono e lavorano nelle vicinanze di questo eco-mostro.

Di seguito il comunicato del NO INC

SABATO 1 NOVEMBRE ORE 8,00 PRESIDIO DAVANTI I CANCELLI DELLA DISCARICA VIA ARDEATINA KM 24,700

L'ultimo documento ARPA che abbiamo ottenuto solo da poco , benché datato aprile
2014, descrive una situazione catastrofica della discarica. Nel marzo scorso gli ispettori ARPA hanno trovato la metà dell'invaso occupata da acque stagnanti, mancando le giuste canalizzazioni per le acque piovane. I locali del TMB totalmente spalancati anzichè chiusi in condizione di depressione come previsto. I pozzi di raccolta del percolato e del biogas risultavano due anzichè sei. Le misurazioni delle emissioni gassose completamente assenti. La documentazione della raccolta e della movimentazione del percolato contenente numeri di fantasia , con migliaia di tonnellate sparite chissà dove. Questa relazione, parte della verifica dell'AIA del 2009, è stata inviata alla Regione e alla Procura di Velletri, ma queste istituzioni tuttora tacciono.

Nel frattempo il sindaco di Albano e la sua giunta si è completamente dimenticato degli impegni presi con la delibera di giunta di febbraio, dove era previsto il controllo del funzionamento del TMB e delle volumetrie residue. Ancora più stupefacente la sparizione della conferenza dei servizi sugli sforamenti degli inquinanti nei pozzi spia della discarica. 'E appena il caso di ricordare che la discarica continua ad appestare e a ricevere i rifiuti da Civitavecchia, Monterotondo ed altri piccoli comuni ancorchè lontani.

6 NOVEMBRE ANDIAMO ALLA REGIONE LAZIO A CHIEDERE CONTO DI QUESTA SITUAZIONE E A RIGETTARE QUESTO ANDAZZO CHE E' COMUNE MOLTE ALTRE SITUAZIONI NELLA REGIONE.

Nessun commento :

Posta un commento