domenica 2 novembre 2014

Non si può video-riprendere il Consiglio Comunale di Ariccia. A chi danno fastidio le riprese?


Qualcuno non vuole che si facciano riprese durante i consigli comunali di Ariccia.
Ancora una volta Roberto Di Felice cerca di fare chiarezza e, con tre  consiglieri della Minoranza, chiede per questo un consiglio comunale straordinario e aperto agli interventi dei cittadini, e chiede che si svolga nella sede di Palazzo Chigi

Ecco cosa ad oggi potete vedere dei consigli comunali di Ariccia
alla faccia della trasparenza!

Anche durante l'ultimo consiglio comunale, quello aperto ai cittadini sulle tematiche della sanità nei Castelli Romani e sul destino dell'Ospedale Luigi Spolverini, è stato impedito ai cittadini del Movimento 5 Stelle e al sottoscritto di ECO 16, di fare riprese e quindi di pubblicare video del consiglio comunale. La presidente del consiglio, la signora Sallustio, vedendo che avevo una telecamera accesa, così come un attivista del M5S, ha chiesto fermamente che fossero spente perché il consiglio comunale ancora non aveva deliberato sulla possibilità che possano esserci riprese in aula durante il normale svolgimento dei lavori.
Naturalmente ho spento la macchina e non pubblicherò neanche una foto, come penso faranno anche gli amici del Movimento, che pure hanno da mesi, più volte, e in più modi, sollecitato l'amministrazione perché si esprima in proposito e permetta lo streaming del Consiglio comunale.
Adesso però ci sono novità: Roberto Di Felice Enrico Indiati, Franz Cianfanelli e Augusto Di Felice hanno sottoscritto e protocollato un documento con il quale chiedono formalmente la convocazione di un nuovo consiglio comunale straordinario e, in assemblea aperta a tutti i cittadini, affinché sia  posta in discussione, entro il termine previsto dall’art. 39, comma 2, decreto legislativo n. 267 del 2000 e dell’art. 26, comma 4, dello statuto del Comune di Ariccia,  la proposta di un schema di regolamento specifico oppure di un corpo normativo che integri il vigente regolamento per il funzionamento del consiglio comunale e delle commissioni consiliari di Ariccia, allo scopo di disciplinare, nel rispetto dei limiti posti da norme di qualsiasi rango stabilite dai competenti organi normopoietici, le riprese audiovisive delle sedute degli organi collegiali del Comune di Ariccia e la loro diffusione.

Sotto potete leggere il documento dei quattro consiglieri in versione sfogliabbile


Fabio Ascani

Nessun commento :

Posta un commento