venerdì 30 gennaio 2015

Come un Romanzo. Leggere è un diritto e molto di più.

Daniel Pennac

I freddi dati Istat dicono che nel 2014, oltre 23 milioni 750 mila persone di 6 anni e più dichiarano di aver letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti l'intervista, per motivi non strettamente scolastici o professionali. Rispetto al 2013, la quota di lettori di libri è scesa dal 43% al 41,4%.

La cosa non mi preoccupa troppo e cerco di vedere la Questione Lettura da un altro punto di vista...





I DIRITTI DEL LETTORE
C'è un libro meraviglioso che si può solo invitare a leggere e mai imporre, come qualsiasi altro libro del resto, è "Come un Romanzo " di Daniel Pennac.

Da questo piacevole volume, che forse in pochi ancora non conoscono, riporto i dieci diritti del lettore:

1) il diritto di non leggere

2) il diritto di saltare le pagine

3) il diritto di non finire un libro

4) il diritto di rileggere

5) il diritto di leggere qualsiasi cosa

6) il diritto al bovarismo

7) il diritto di leggere ovunque

8) il diritto di spizzicare

9) il diritto di leggere a voce alta


10) il diritto di tacere

Ricordiamoci di questo decalogo quando vogliamo imporre la lettura ai nostri figli o, casi sempre più rari, quando vorremmo che leggessero meno perché sono sempre dentro casa a consumarsi gli occhi invece di uscire e fare sport. Lo tengano a mente soprattutto gli insegnanti quando impongono i "loro" titoli come compito a casa. Che almeno diano un'ampia rosa in cui far scegliere i propri studenti...

Per concludere ecco un aforisma tratto sempre da Come un Romanzo: 
Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere

Nessun commento :

Posta un commento