giovedì 24 novembre 2016

Roma - Al MAXXI la Mostra LETIZIA BATTAGLIA. PER PURA PASSIONE

 Quando quest’estate sono stato in Sicilia, come già ricordato in un post precedente, andai con moglie e figli a Corleone per visitare il CIDMA e comprendere meglio e senza veli il fenomeno mafia.

Letizia Battaglia di fronte ad uno
dei suoi scatti più famosi
Fra le cose più emozionanti che potemmo vedere nel Centro Internazionale di Documentazione Mafia e Antimafia, ci sono le foto di di Letizia Battaglia e di sua figlia Shobha. Sono immagini forti, bianco e nero, che mostrano la gente nel contrasto tra i più poveri e i nobili e ricchi, un po’ decadenti, siciliani. E ancora di più, come un colpo allo stomaco, ci hanno lasciato il segno le foto di Letizia Battaglia che documentano i delitti di mafia, colti nella loro drammatica crudezza.

Da oggi 24 novembre, fino al  17 aprile 2017 si potranno vedere le sue opere nella mostra al Maxxi LETIZIA BATTAGLIA. PER PURA PASSIONE a cura di Paolo Falcone, Margherita Guccione e Bartolomeo Pietromarchi.
È un’occasione da non perdere e che sicuramente non mancherò.

Come si può leggere sul sito del museo si possono vedere oltre 200 scatti, provini e vintage print inediti provenienti dall’archivio storico della grande fotografa, insieme a riviste, pubblicazioni, film e interviste.

E non solo “Fotografa della mafia” ma anche testimone della vita e della società del nostro Paese: Letizia Battaglia è riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea sia per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico da lei attribuito al fare fotografia.


Una grande mostra monografica per testimoniare quarant’anni di vita e società italiana
Un album ininterrotto che passa dalle proteste di piazza a Milano negli anni Settanta al volto di Pier Paolo Pasolini, dai tanti morti per mafia, alla inconsapevole eleganza delle bambine del quartiere della Cala a Palermo; e poi le processioni religiose, lo scempio delle coste siciliane, i volti di Piersanti Mattarella, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, fino al feroce boss Leoluca Bagarella.
Un ritratto a 360 gradi per restituire l’intensità che caratterizza tutto il suo lavoro: dagli scatti all’impegno politico, dall’attività editoriale a quella teatrale e cinematografica sino alla recente istituzione del Centro internazionale di fotografia a Palermo.

Orari di Apertura
DAL MARTEDÌ AL VENERDÌ  11.00-19.00
SABATO  11.00-22.00
DOMENICA  11.00-19.00
La biglietteria chiude un’ora prima del museo.
La collezione permanente del Museo (Galleria 4) è visitabile gratuitamente dal martedì al venerdì e ogni prima domenica del mese.
CHIUSURE
Tutti i lunedì
il 1 maggio e il 25 dicembre

Nessun commento :

Posta un commento