giovedì 18 gennaio 2018

Un mondo più pulito attraverso una sana gestione dei rifiuti

La salvaguardia dellambiente passa sempre più prepotentemente attraverso il tema della sana gestione dei rifiuti. E finalmente anche la Commissione europea dichiara guerra alla plastica con una strategia che comprende un'etichettatura più chiara per distinguere polimeri compostabili e biodegradabili e regole per la raccolta differenziata sulle imbarcazioni e il trattamento dei rifiuti nei porti. Inoltre sono attese entro questo mese misure per ridurre l'impatto delle bottiglie d'acqua in plastica.
Molto bene.
Intanto però sono i cittadini consapevoli che possono fare la differenza compiendo alcuni facili gesti e piccole ma sostanziali scelte quotidiane.
            
La prima cosa è quella di produrre la minor quantità possibile di rifiuti. Questo è possibile scegliendo, al momento di fare la spesa, i prodotti che hanno pochi imballaggi o almeno imballaggi facilmente riciclabili. Faccio un esempio. In Italia amiamo il caffè ma sarebbe opportuno orientarsi verso quello in cialde completamente riciclabili o meglio ancora in polvere piuttosto che scegliere quello in capsule che avendo più componenti (plastica, alluminio) oltre al caffè stesso, non sono facilmente riciclabili e così vanno a finire nellindifferenziato.
Sempre pensando al caffè, che tanto amiamo noi italiani, direi che sarebbe opportuno, quando si può, evitare di prenderlo nei bicchierini di plastica, anche quando siamo in ufficio, del resto il caffè caldo nella plastica non sempre ha un buon sapore e tenere nel proprio cassetto o armadietto in azienda una tazzina di ceramica o un bicchierino di vetro costa davvero molto poco.

 Mi sento di dare qualche altro piccolo suggerimento alle persone che vogliano essere di buona volontà:
 1)  Non usare mai le cannucce di plastica. Se non si hanno gravi problemi fisici non servono proprio a niente. I bambini? Se non le vedono non le desiderano. Le cannucce si usano una volta e poi, nel migliore dei casi, vanno a finire nella spazzatura.
 2)  I cotton fioc sono un pericolo per le nostre orecchie e questo è evidenziato anche sulle scatole che li contengono (spesso di plastica anchesse), ma sono anche un grave pericolo per lambiente specie se hanno il bastoncino di plastica. Esistono totalmente biodegradabili. Scegliamo quelli!
 3)  Se siamo a casa non usiamo fazzolettini di carta impacchettati in confezioni di plastica, ma usiamo quelli in confezioni grandi di cartone.
 4)  In Italia consumiamo una grandissima quantità di acqua minerale in bottiglia, anche in città e luoghi dove quella del rubinetto è sana e buona. È unabitudine assurda, frutto della pubblicità ingannevole e martellante. Quando si può preferiamo lacqua del rubinetto!
 5)  Il pane normalmente ci viene servito in buste di carta perfettamente riciclabili e spesso anche riusabili più volte. Evitiamo assolutamente di prendere il pane incartato nella plastica o in buste ibride metà plastica e metà carta. E se proprio ci dovesse capitare almeno si cerchi di differenziare al meglio lincarto.
 
Ultima considerazione: un po più di buon senso, meno fretta e il mondo sarebbe più pulito.



Nessun commento :

Posta un commento