mercoledì 27 novembre 2013

I COMITATI E LE ASSOCIAZIONI IN PRIMA LINEA PER LA COSTITUZIONE DELL’UNIONE DEI COMUNI PER LA GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATA.

I comitati e le associazioni di questo territorio ritengono che per il miglioramento della qualità dei servizi erogati ai cittadini, riducendo, nel contempo, lo spreco di denaro pubblico, sia doverosa una razionalizzazione delle risorse, ottenibile attraverso l’aggregazione di città della stessa area che hanno problematiche comuni.
A tal fine, i comitati e le associazioni dei dieci Comuni che confluiscono i loro rifiuti nella discarica di Roncigliano, hanno organizzato un convegno propedeutico alla costituzione dell’Unione dei Comuni per la gestione ambientale integrata, con l’obiettivo di dare una risposta concreta all’emergenza ambientale di questo territorio (discarica di Roncigliano e inceneritore), con effetti positivi sull’economia del territorio: posti di lavoro, riduzione della tassazione sui rifiuti e efficienza dei servizi. Le finalità dell’Unione dei Comuni saranno la gestione integrale dei servizi di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani nonché di tutte le attività riconducibili alla categoria dei servizi ambientali. Tutto ciò comporterà un minor utilizzo di discariche – con la conseguente inutilità di realizzare il mega inceneritore di Roncigliano - il miglioramento dei servizi di raccolta, la salvaguardia igienico ambientale dei centri abitati, ed anche la possibilità di contenere l’aumento dei costi del servizio per le Amministrazioni comunali e per il cittadino, attraverso l’introduzione della tariffa a quantità (chi meno inquina, meno paga).
L’Unione dei Comuni, inoltre, avrà come obiettivo più ampio, l’identificazione di ulteriori aree di collaborazione nell’ambito della gestione dei servizi socio assistenziali, di trasporto pubblico locale, di promozione dell’attività ricettivo-turistica, di pianificazione urbanistica del territorio e altri ancora che permettano ai Comuni associati il miglioramento dell’efficacia e della qualità dei servizi e il  raggiungimento dell’economicità di gestione.
Per discutere e prendere decisioni in merito a queste problematiche, sabato 30 novembre presso Sala Consigliare di Palazzo Savelli di Albano Laziale, si terrà il convegno “Costituzione dell’Unione dei Comuni” al quale sono stati invitati i sindaci di Albano Laziale, Ardea, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano, Lanuvio, Marino, Nemi, Pomezia e Rocca di Papa.
All’incontro interverrà il dr. Luigi Cacciotti della Regione Lazio sul tema “Modalità tecnico/giuridiche per la costituzione di una Unione dei Comuni” e l’ing. Salvatore Genova, responsabile dell’ESPER, sul tema “Unione dei Comuni per la gestione ambientale integrale: come si realizza e quali sono i vantaggi per le istituzioni e per i cittadini”.
Il convegno terminerà con gli interventi dei sindaci presenti all’incontro che esprimeranno la loro opinione, e quella dell’amministrazione comunale che rappresentano, circa la fattibilità e il loro impegno per la costituzione di un tavolo tecnico che inizi a lavorare sulla possibile realizzazione di una Unione dei Comuni per la gestione associata del servizio d’igiene urbana e per la tutela ambientale.  

L’unione dei Comitati e associazioni che ha organizzato il convegno è costituito da: Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Albano Laziale, Libera Castelli Romani, Colle Pardo Onlus, Utopia Reale, Movimento decrescita felice, Cantiere Ecologia, Comunità Giovanile Zampanò, Gruppo di presenza Monsignor Grassi, Pro Loco di Nemi, Comitato di Quartiere centro storico di Rocca di Papa, Coordinamento dei Comitati di quartiere di Pomezia e Ardea.

Nessun commento :

Posta un commento