giovedì 9 gennaio 2014

Arrestato Cerroni, quello che voleva fare l'inceneritore dei Castelli

Leggiamo sul sito di Repubblica che è stato arrestato, nell'ambito dell'inchiesta sula gestione dei rifiuti del Lazio, Manlio Cerroni, il magnate della mondezza, quello che voleva costruire l'inceneritore dei Castelli, proprietario della discarica di Roncigliano. Proprio quella discarica dalla quale si sono diffusi quest'estate miasmi insopportabili che hanno costretto moltissime persone a ricorrere alle cure dei pronto soccorsi.
A questo punto ci sembra proprio il caso che le autorità competenti vadano a fare controlli approfonditi nella discarica per vedere se questa è stata sede di sversamenti illeciti o di pratiche nocive per l'ambiente e le persone.
I cittadini attendono risposte dai loro amministratori.

Leggi anche questi articoli di ECO 16

 http://www.eco16.it/2013/10/sit-in-in-discarica-nonostante-il.html

http://www.eco16.it/2013/10/ogni-giorno-miasmi-dalla-discarica-il.html

http://www.eco16.it/2013/09/la-senatrice-elena-fattori-m5s.html

http://www.eco16.it/2013/09/roncigliano-lodore-e-nauseabondo.html

(AGGIORNAMENTO 10.26): I NOMI DEGLI ALTRI ARRESTATI

Agli arresti domiciliari, oltre a Manlio Cerroni sono finiti anche: l'ex presidente della Regione Lazio Bruno Landi, Luca Fegatelli, fino al 2010 a capo della Direzione regionale Energia, il manager Francesco Rando, l'imprenditore Piero Giovi, Raniero De Filippis, ex dirigente della Regione Lazio, e Pino Sicignano, direttore della discarica di Albano Laziale.


Nessun commento :

Posta un commento