giovedì 23 gennaio 2014

“INNAMòRATI DELL’ARTE”


INNAMòRATI DELL’ARTE”

….. è l’accorato invito a quanti sentono impellente il bisogno di “altro”, di qualcosa che vada oltre il quotidiano fare per rispondere ai bisogni primari, qualcosa che vada oltre le deludenti condizioni della società odierna, portata o portante alla mancanza di ideali, di speranze….

L’Arte ci porta in una dimensione dove i sentimenti hanno la priorità.
Quando ascoltiamo musica, leggiamo un buon libro, osserviamo un dipinto o una scultura, ci allontaniamo dal quotidiano, in parte dal razionale, e occorre farsi guidare dal sentimento, solo a questa condizione possiamo comprendere l’opera ed entrare in empatia con essa e gioirne…. si gioirne.
E’ cosa nota, convalidata da studi scientifici, che il “bello” arreca benefici fisici e psichici, non a caso Dostoevskij nell’“Idiota” scriveva “La bellezza salverà il mondo” e ancora più propriamente, riferendosi all’Arte, ne scriveva Cvedon Todora (filosofo bulgaro).
Quindi innamorarsi dell’Arte significa gioirne o comunque trarne un beneficio e un arricchimento intellettuale.

La mostra “INNAMòRATI DELL’ARTE” organizzata dall’Associazione
clicca per leggere

ARTINARTE patrocinata dal Comune di Nemi, si inaugurerà il giorno 8 febbraio 2014 alle ore 16,30 all’interno del Palazzo Ruspoli di Nemi, potrà essere visitata con ingresso libero nei giorni: 8 – 9 – 14 – 15 – 16 – 22 – 23 – febbraio, 1 e 2 marzo dalle ore 10,30 alle 19,00.
In mostra le opere di 27 artisti:
Aldo Zichella , Carmelo Randazzo, Corinna Ricci , Daniele Santioni, Fabrizia Sgarra, Francesco Guidoni, Fiorello Doglia, Giada Domenicone, Gianni Vernì, Giovanna Crudele, Iginia Bianchi, Lamberto Trombetta, Luciana Mambelli, Mara Lautizi , Maria Nobili, Michela Ortenzi, Merima Fetahovic, Oriana Croce, Paolo Viterbini, Peppe Bianchi, Roberto Nizzoli, Simona Barbaresi, Simona Gloriani, Stefania Fienili, Theresa Rosa, Tiziana Troiani, Walter Necci, che invitano a lasciarsi affascinare dall’Arte, a lasciarsi trasportare in dimensioni dove il sentimento allo stato puro ci rende più umani.
Mara Lautizi

Nessun commento :

Posta un commento