giovedì 7 febbraio 2013

ALBANO LAZIALE - APPROVATO L’AVVIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

"La raccolta differenziata porta a porta sarà a breve una realtà" dice il sindaco Marini, anche se ancora una data precisa dell'avvio del servizio non è stata fornita. Siamo comunque speranzosi che al più presto verrà dato l'annuncio del giorno di inizio.

Comunicato stampa Città di Albano Laziale, 7 febbraio 2013 
Importanti i punti affrontati nel Consiglio comunale del 4 febbraio: approvazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES), del regolamento per l’utilizzo dell’isola ecologica, del passaggio alla raccolta differenziata porta a porta e del riconoscimento di interesse cittadino per la festa di San Francesco.
Albano, uno tra i pochi Comuni in tutta Italia ad aver aderito al PAES dopo la sottoscrizione del Patto dei Sindaci, si impegna a mettere in atto una serie di azioni che hanno come obiettivo il raggiungimento della riduzione di anidride carbonica in atmosfera (del 20% entro il 2020). Il Piano rappresenta un documento chiave e fondamentale per uno sviluppo sostenibile che tenga conto della tutela ambientale, e che essendo calcolata territorialmente deve tener conto sia degli investimenti pubblici sia degli investimenti privati.
Seduta di consiglio storica, poi, per la gestione dei rifiuti ad Albano, un cambiamento culturale atteso da tempo dalla città. Il Consiglio comunale, infatti, ha deliberato la progressiva trasformazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani da stradale a differenziata porta a porta. La gestione centro di conferimento comunale (isola ecologica), ormai quasi pronto, è stata affidata alla Volsca Ambiente e Servizi. E, soprattutto, si sono stabiliti i principi secondo i quali dovrà essere riorganizzato il servizio che attraverserà necessariamente una fase transitoria in cui parte della raccolta sarà ancora di tipo stradale e parte di tipo porta a porta, prima di arrivare a regime su tutto il territorio.
«Un altro impegno elettorale rispettato – afferma con soddisfazione il sindaco Nicola Marini -. Il completamento dell'isola ecologica e l'avvio della raccolta differenziata era uno dei punti programmatici più qualificanti. La definizione della procedura di trasformazione del servizio approvata in Consiglio comunale, insieme all'affidamento della gestione dell'isola e del servizio, rappresentano il completamento di un percorso. Percorso che si è rivelato un po' più lungo di quanto pensavamo, a causa di situazioni impreviste e problemi ereditati».
«L’approvazione di questo punto – sottolinea ancora Marini – assume ancora maggior valore per il contesto in cui ci troviamo, dove da una parte ci sono i Castelli Romani, e Albano ovviamente, che stanno andando verso una sempre maggiore gestione virtuosa del rifiuto, e dall’altra Roma e la Regione Lazio che parlano ancora di discariche e inceneritori. Noi a questa logica ci stiamo opponendo, non solo per vie legali ma anche con i fatti. La raccolta differenziata porta a porta sarà a breve una realtà. Ringrazio tutti i collaboratori che hanno contribuito a questo risultato e ringrazio tutta la maggioranza da me guidata che ha sempre creduto in questo progetto».
A fare eco al sindaco, il consigliere delegato Luca Andreassi. «Mentre in tanti sono impegnati esclusivamente nelle polemiche, segno evidente della campagna elettorale in corso, questa amministrazione continua a procedere con fatti concreti verso una gestione virtuosa dei rifiuti. Il tassello amministrativo che mancava per garantire l’avvio della raccolta differenziata porta a porta è stato apposto. Ora andiamo avanti per la nostra strada, fatta di azioni e non di chiacchiere».
Ultimo punto all’ordine del giorno il riconoscimento di interesse cittadino per la festa di San Francesco, ormai da anni un appuntamento molto partecipato dai cittadini e dai tanti turisti che accorrono per questa ricorrenza all’interno del Convento dei Cappuccini di Albano. 
Comunicato stampa Città di Albano Laziale, 7 febbraio 2013 




leggi ECO 16

Nessun commento :

Posta un commento