lunedì 3 febbraio 2014

Albano Parcheggi, anche in Zona B i numeri blu spaventano…

Dagli amici del M5S di Albano Laziale riceviamo e volentieri pubblichiamo.
(clicca per ingrandire)

Sono passati ormai 2 mesi dalla Passeggiata Conta parcheggi a 5 stelle, nei quali abbiamo assistito anche al secco NO del Consiglio Comunale in risposta alla petizione popolare, avallata da migliaia di firme, per il ritiro della delibera 122 del 5 luglio 2013. Le cronache ne hanno parlato a lungo, come lungo è stato il conteggio delle auto all’interno del centro storico di Albano. Per la zona A sollevammo la questione sul fatto che  Corso Matteotti, Piazza Costituente, Piazza Duomo, Piazza Vescovile, Largo Moscati, e Via Saffi vedono la disponibilità di parcheggio per 175 auto, di cui 112 su strisce blu e 63 su strisce bianche (compresi i parcheggi liberi non delimitati in alcun modo). 
Già questo primo dato bastava per far decadere la delibera succitata in quanto in palese contrasto con l'art 7 comma 8 del codice della strada, comma riportante anche due sentenze sul punto in questione: Tribunale di Roma sent. n. 16885 del 7/9/2012 e sentenza della Cassazione S.U. sent n. 116 del 9/1/2007.

Nella Zona B sono emersi altri numeri interessanti e oseremo dire preoccupanti: Piazza Malaguti, per intenderci il parcheggio dietro il vecchio ospedale S.Giuseppe,  ha avuto un incremento di circa 26 posti auto blu. A Via Olivella l’aumento è stato di 17 posti auto, sempre dal colore blu: si tratta delle fascia di parcheggi che sono stati aggiunti sul lato sinistro, scendendo verso Pavona, a partire dall’Ingresso Comunale di Villa Doria.
Ma non è tutto. Ritornando  proprio ai numeri forniti dalla delibera nella tabella di pag. 3  su Borgo Garibaldi, vengono segnalati 26 posti auto blu; eppure a passeggiata ultimata, i numeri dimostrano che il totale dovrebbe ammontare a 31 posti blu.
Numeri riscontrati da una semplice passeggiata, riportati su carta e che possono essere verificati da chiunque con una semplice passeggiata “virtuale” per Albano  su GoogleStreet (le foto caricate su tale piattaforma risalgono a prima dell’estate 2013!)
C’è da chiedersi, nuovamente, quale valore possa assumere una delibera che, oltre a rappresentare un salasso per la cittadinanza, presenta anche  molte irregolarità?
Reputare una delibera di questo tipo un piano parcheggi, nata senza confronto con la cittadinanza, un offesa ai cittadini stessi e al concetto di vera pianificazione del problema parcheggi e del traffico. Una pianificazione che, ci teniamo a ribadirlo, dovrebbe prima di tutto puntare alla  tutela economica e storica di Albano, mirando alla sostenibilità, creando nodi di scambio adiacenti al centro storico, con soluzioni riservate alla cittadinanza, e disponibilità per chi viene in visita. Ciò significa investimento d’ambito, come tra l’altro indica il comma 7 dell’articolo 7 del CdS: I proventi dei parcheggi a pagamento, in quanto spettanti agli enti proprietari della strada, sono destinati alla installazione, costruzione e gestione di parcheggi in superficie, sopraelevati o sotterranei, e al loro miglioramento,  e le somme eventualmente eccedenti ad interventi per migliorare la mobilità urbana.
Dove sono finiti i proventi di oltre un decennio di gestione parcheggi ad Albano?
Movimento 5 stelle Albano laziale

Nessun commento :

Posta un commento