mercoledì 13 luglio 2016

Albano Laziale - Torna il Festival della Rotonda


Questo fine settimana, all’interno di “Serate nel Borgo”, tornerà il Festival della Rotonda. L’evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura, Turismo e Spettacolo con il patrocinio della Regione Lazio, prenderà forma all’interno della cornice del santuario di Santa Maria della Rotonda. Si partirà venerdì 15 luglio, alle ore 21, con i percussionisti del celebre “Ars Ludi Ensemble”. Si tratterà di un vero e proprio viaggio alla scoperta di alcune delle culture più rappresentative dei diversi continenti, viste attraverso lo sguardo di alcuni dei più importanti compositori del '900 , il tutto eseguito da un complesso musicale che utilizzerà ogni tipo di percussione: tamburi, sonagli, xilofoni, marimbe, mani e piedi. Sabato 16 luglio, sempre alle 21, la seconda serata. L'appuntamento sarà con la fisarmonica di Natalino Marchetti, che eseguirà brani scritti da lui stesso, insieme a celebri colonne sonore di Nino Rota ed Ennio Morricone. Il festival si chiuderà domenica  17 luglio 2016, alle 20, con il concerto dedicato alla Madonna della Rotonda all’interno dell’omonimo santuario, nella splendida acustica dell’antica Chiesa costruita su un ninfeo romano, con il coro femminile “EOS” diretto da Fabrizio Barchi, insieme al pianista Mario Madonna. Il programma, sul tema "Musica e Rito", spazierà tra le espressioni di musica sacra nelle diverse culture europee ed extraeuropee. Il direttore artistico dell’edizione 2016, Francesco Mario Possenti, ha commentato: «Per questo itinerario di “geografia musicale” ispirato alle musiche dal mondo, che contraddistingue questo Festival della Rotonda, ho scelto tre ambienti sonori e scenari musicali particolari: le percussioni - quelle dell' Ars Ludi Ensemble il 15 luglio - che fin dall’alba dei tempi, hanno costituito l’elemento primario di comunicazione non verbale e rituale; la fisarmonica - in mano a Natalino Marchetti il 16 luglio - che sia nella musica scritta sia in quella improvvisata è uno strumento presente nelle diverse culture europee ed extraeuropee, una compagna di viaggio e di vita al seguito anche di popolazioni erranti, nelle occasioni di riflessione solitaria o di sofferenza o di anelito alla libertà o al “trascendente” così come in quelle celebrative e festaiole; ed infine il coro - si tratta dell'EOS il 17 luglio - elemento presente fin dai tempi remoti nella celebrazione liturgica, quale espressione di una sacralità trascendente del linguaggio musicale e momento di aggregazione orante affiancata al rito sacro, che per il Festival della Rotonda proporrà sul tema di “Musica e Rito” brani sacri italiani e stranieri dal Rinascimento ai giorni nostri». Alle parole di Possenti hanno fatto eco quelle del Consigliere comunale, Anna Di Baldo: «“Serate nel borgo” nasce come un primo tentativo di restituire legittima vita ai nostri luoghi più belli. Quest'anno saranno coinvolte due piazze, Rotonda e Carducci. La speranza è che questa iniziativa possa, per il prossimo anno, ampliarsi nei luoghi e nel tempo. Il primo appuntamento vede, dopo molti anni, riprendere la consuetudine del Festival della Rotonda, appuntamento, questo, prettamente musicale, in cui sono stati coinvolti artisti di fama internazionale. Il gruppo di percussioni “Ars Ludi”, il M° Marchetti e il M° Barchi rappresentano eccellenze nel loro ambito musicale e noi, come Città di Albano, siamo nello stesso tempo onorati di ospitarli e  orgogliosi di restituire ai nostri cittadini, in “servizio culturale”, una piccola parte di quanto è loro richiesto per il bene collettivo. Il secondo appuntamento, all’interno di “Serate nel Borgo”, sarà dedicato alla cultura del vino. “Borghi diVini” vedrà protagonista la nostra città con le sue enoteche, librerie e bellezze del territorio. Noi cittadini potremo usufruire delle visite guidate gratuite nei nostri luoghi più belli e, con un piccolo contributo, avvicinarci al meraviglioso mondo della degustazione del vino. Saranno presenti le nostre librerie che, per l'occasione, esporranno la letteratura legata al vino».
Tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Nessun commento :

Posta un commento