sabato 2 luglio 2016

Castelli Romani, Ariccia - L’ARPA verifichi al più presto la qualità delle colture agricole interessate dalla densa nube di fumo sprigionatasi dalla discarica di Roncigliano sul territorio dei Castelli Romani

Il sindaco di Ariccia Roberto Di Felice chiede che l’ARPA, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, si attivi al più presto per verificare la qualità delle colture agricole che sono state sottoposte alla ricaduta a terra delle particelle scaturite dall’imponente incendio sprigionatosi da un capannone della discarica di Roncigliano, quello per il trattamento meccanico biologico dei rifiuti. I cittadini, sostiene il sindaco di Ariccia, sono giustamente preoccupati per la propria salute, per l’aria che sono stati costretti a respirare e per quella che respireremo nei prossimi giorni, ma alta è anche la preoccupazione per tutti quegli ortaggi, la frutta e i prodotti agricoli in genere che in questi giorni estivi sono al massimo della produzione. Bisogna sapere se i prodotti possono essere consumati e quindi anche venduti, a tutela della salute pubblica e del comparto agricolo, fondamentale per l’economia castellana.

È quindi importante fugare al più presto ogni dubbio sulla qualità dei prodotti nostrani che sono stati interessati dalla nube di fumo.

Nessun commento :

Posta un commento