mercoledì 12 giugno 2013

PER UNA SANA GESTIONE DEI RIFIUTI IL MOVIMENTO 5 STELLE A CECCHINA (ALBANO)


Sono intervenuti numerosi a Cecchina ad ascoltare Emiliano Bombardieri, La consigliera regionale  Silvana Denicolò e la parlamentare M5S Federica Daga.
Una nutrita partecipazione è stata presente sabato scorso, 8 Giugno 2013, in piazza XXV Aprile a Cecchina all'assemblea pubblica, tenutasi sul tema dei rifiuti organizzata dal M5S di Albano , dove sono intervenuti oltre agli attivisti locali,Giorgio Libralato dei comitati NO biogas di Latina, il consigliere regionale del M5S Silvana Denicolò e la parlamentare M5S Federica Daga. 
Nella prima parte Emiliano Bombardieri ha esposto le criticità del nuovo, ma già vecchio, ciclo dei rifiuti, che “ basa la sua sopravvivenza su fonti di finanziamento dirottate verso di loro a discapito delle energie realmente rinnovabili e senza emissioni”, portando in evidenza così l'accondiscendenza politica di alcune realtà amministrative a voler seminare per il territorio sia centrali a biomasse, sia biogas, sia ad oli vegetali tutto questo a discapito della salute dei cittadini e ad un pessimo ritorno delle materie prime seconde da queste centrali. L'intervento è poi proseguito sollevando le perplessità del M5S Albano nei confronti della LIP Rifiuti Zero: “La legge lascia larghi spazi alle lobbies dei rifiuti che incentrerebbero le loro energie dirottando tutti gli sforzi nella costruzione di centrali a biogas. Inoltre,da questa digestione, i promotori della LIP trattano i processi di filtraggio con approssimazione, non tenendo conto realmente di cosa e quanto uscirebbe alla fine del ciclo anaerobico”.
Hanno seguito poi le importanti delucidazioni tecniche in tema rifiuti da parte di Giorgio Libralato, che ringraziamo per la partecipazione. Silvana Denicolò ha elencato ciò che è stato fatto e si intende portare sui tavoli della regione Lazio sposando la linea tenuta dal M5S Albano. Infine è intervenuta la deputata Federica Daga che ha ricordato cosa è realmente un movimento: “ il movimento è partecipazione, impegno e dedizione per un’idea che mira al bene collettivo”, la deputata è stata una pedina fondamentale per un nuovo passo nella lotta del territorio contro l'inceneritore di Albano, ricevendo e ascoltando, studiando e collaborando con le realtà di territorio che realmente si battono ogni giorno. “Il movimento deve essere una cascata a valanga di fatti concreti”- come ha ricordato Daga - “invitiamo tutti a partecipare e a mettere del proprio per la tutela e la salvaguardia del territorio”.
A termine dell'assemblea gli attivisti, Andrea Pulcinelli e Giancarlo Nardi, del M5S Albano hanno tenuto dei laboratori per spiegare quali sono le reali alternative alla combustione e alla gestione scellerata dell'organico, mostrando come sia possibile il riutilizzo degli oli esausti per creare sapone e come si crea un compost di qualità anche solo con una semplice compostiera, permettendo così la digestione aerobica per un compost realmente sano e naturale con il minimo sforzo e senza costi ulteriori di smaltimento. Ha completato l’assemblea un laboratorio di riciclo per i più piccoli tenuto da Mariaelena La Banca.

Nessun commento :

Posta un commento