mercoledì 29 maggio 2013

UN MINI INCENERITORE: LA SIGARETTA. IL 31 MAGGIO È LA GIORNATA MONDIALE CONTRO IL TABACCO


Ogni giorno in Italia 11 milioni di persone accendono, più volte al giorno, il loro piccolo inceneritore personale causando gravi danni a se stessi e alle persone loro vicine.
Sono 6 milioni i morti per il tabacco ogni anno nel mondo e 600000 per il fumo passivo! Si prevede che le sigarette nel 2030 causeranno la morte di 8 milioni di persone.
Fortunatamente, almeno in Italia, le cose stanno andando un po' meglio, visto che i fumatori da noi, nel 1998 erano circa 18 milioni: quasi 7 milioni in meno da allora ad oggi. Questo importante calo è dovuto ad alcuni provvedimenti seri: la legge Sirchia che vieta le sigarette nei locali pubblici (2008); le scritte sui pacchetti “il fumo uccide” (2002); il successo della sigaretta elettronica; il prezzo dei pacchetti che è aumentato in modo considerevole: da circa 5000 mila lire del 1998 (per quelle estere) ai 4 euro abbondanti di oggi.
Le sigarette sono dei mini inceneritori che sprigionano nell'aria e nei nostri polmoni sostanze tossiche dannosissime e sono causa accertata di di malattie cardiovascolari e tumorali gravissime.
I cittadini impegnati per un ambiente migliore, quelli che sono contro discariche e inceneritori, quelli che vogliono un'aria pulita, acqua e cibo sano, non possono non sposare la causa della lotta contro il fumo.

Il 31 Maggio è la Giornata Mondiale Contro il Tabacco, quale occasione migliore per dire “basta al fumo”! Quale occasione migliore per sensibilizzare chi ancora è schiavo del vizio a smettere!?!
Francesco Schitulli, presidente della

Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori ha rilasciato questa dichiarazione: “Occorre imparare a sostituire il piacere del fumo con quello di una vita gratificante”. Allora, chi ancora fuma, provi a dare un taglio netto a questa cattiva abitudine. Getti via tutte le sigarette che ha in casa e non le compri mai più, io ho fatto proprio così 15 anni fa, il giorno della nascita di mia figlia.
Quello per le sigarette è paragonabile ad un amore perverso dove uno dei due picchia l'altro e poi gli dice “ti amo”... Meglio fuggire, troncare di netto, subito! All'inizio sembra dura ma i benefici sulla persona iniziano a farsi sentire presto, quasi immediatamente. Ed allora ecco alcuni dati incoraggianti:
  1. chi smette di fumare in un solo giorno riduce del 50% i livelli di nicotina e monossido di carbonio;
  2. dopo due giorni la nicotina risulta assente nel corpo;
  3. dopo 5 giorni si ha un netto miglioramento nella respirazione;
  4. passati 14/15 giorni migliorano pressione arteriosa e battito cardiaco;
  5. dopo 9 mesi l'apparato respiratorio torna in salute
  6. passati 5 anni senza fumo si dimezza la possibilità di sviluppare il tumore al polmone rispetto a chi fuma;
  7. dopo i 10 anni ci si allinea sulle stesse possibilità di chi non ha mai fumato.

Per concludere, il 31 Maggio, ma anche oggi stesso, se sei un fumatore dai un taglio netto al vizio e valorizza la tua vita, starai meglio e starà meglio anche l'ambiente nel quale vivi e le persone che ti sono vicine.

Per approfondire clicca anche

Fabio Ascani

Nessun commento :

Posta un commento