domenica 16 dicembre 2012

MANIFESTAZIONE AD ARICCIA -QUALE FUTURO PER LA SCUOLA PUBBLICA...


Sabato 15 dicembre si è svolta ad Ariccia una delle più imponenti manifestazioni di piazza mai organizzate. Genitori, insegnati e studenti, almeno cinque o seicento persone, hanno sfilato per le vie della città, da Piazza di Corte fino alla scuola Vito Volterra. L'intento era quello di protestare contro i tagli alla scuola pubblica, tagli che non permettono più un pieno e regolare svolgimento delle attività didattiche. E quindi com'è accaduto nelle settimane e nei giorni passati a Roma e nel resto d'Italia, anche qui ai Castelli Romani, gli insegnati, gli studenti e i genitori rivendicano il diritto allo studio e alla formazione, una formazione che sia piena e per tutti, realmente e pienamente scuola pubblica!
Il corteo, come dicevamo è approdato alla scuola Vito Volterra, dove, nella grande palestra, le persone che sono riuscite ha prendere posto hanno potuto assistere ad una spettacolo dei ragazzi fatto di coreografie su musiche dei Pink Floyd, l'appropriato Another Brick in the Wall, una scena di “vita scolastica”, la lettura di poesie. Il professor Luigi Severi, ha invece avuto il compito di spiegare ai presenti, attraverso l'ausilio di diapositive (alcune delle quali mostriamo sotto), la situazione odierna della scuola, dalla Riforma Gelmini (2009) ad oggi, un periodo durante il quale c'è stato un gravissimo impoverimento della scuola stessa, come se l'Italia non volesse più puntare sul suo futuro, sui giovani. Una scelta scellerata della quale rischiamo di pagare, come cittadini e come nazione, conseguenze gravissime negli anni presenti e futuri.
Fabio Ascani

VEDI LE DIAPOSITIVE PROIETTATE DURANTE L'INCOTRO ALLA SCUOLA VITO VOLTERRA

Il video seguente mostra il partecipato e lunghissimo corteo del 15 dicembre 2012



LEGGI ANCHE ECO 16... e fra qualche giorno il nuovo numero.

Nessun commento :

Posta un commento