mercoledì 24 ottobre 2012

5 STELLE SECONDA FORZA IN ITALIA E PRIMA A ROMA MA NELLA CITTÀ ETERNA POTREBBERO “REGNARE” DUE DONNE


Nella rubrica di Giorgio Dell'Arti su Vanity Fair, in edicola oggi 24 ottobre, si legge che, secondo gli ultimi sondaggi, 5 Stelle è il secondo partito italiano al 21%, il PD è primo con un 26-27% e il PDL terzo con un 14 %. Particolarmente interessante diventa il caso di Roma dove il PD non trova un candidato sindaco perché nella capitale 5 Stelle è il primo partito e un eventuale ballottagio sarebbe a gravissimo rischio. Fino ad ora hanno detto no alla corsa a sindaco Zingaretti, dirottato alla regione, Gasbarra, Barca, Riccardi. “I maligni, sottolinea Dell'Arti, dicono che alla fine si candiderà Veltroni, opportunamente chiamatosi fuori dalle Politiche. La mossa di mettere la Melandri al Maxxi sarebbe un antipasto della prossima riconquista del potere capitolino.
Noi di ECO 16, dal nostro osservatorio, in alto sui Castelli Romani, guardiamo alla situazione capitolina con relativa serenità e distacco e ci facciamo un paio di opinioni. La prima è che sembra quasi che che il PD voglia far finta di non vedere che c'è già un candidato a sindaco per Roma, è Patrizia Prestipino, già presidente del XII Municipio e assessore allo Sport e al Turismo della Provincia. La Prestipino è in gamba, giovane, ha le idee chiare, è coraggiosa ma soprattutto è una persona che pur avendo maturato una buona esperienza politica, "sa di novità". Si pensi solo a questo: UNA DONNA SINDACO DI ROMA! È una cosa che spiazza, è un fatto che può funzionare. Ora sta ai dirigenti del PD saper vedere in Lei “l'uomo giusto per Roma”. Sta ai dirigenti del PD saper contrapporre una novità alla novità 5 Stelle. Nella vita e in politica ci vuole coraggio!
La seconda riguarda Giovanna Melandri alla Fondazione Maxxi. A noi pare che la sua nomina sia la più naturale e sana. Il ministro ai Beni Culturali Lorenzo Ornaghi ha sostenuto di aver assunto la decisione in piena autonomia, pensando al bene del Maxxi e il Maxxi è una struttura che la Melandri fortemente volle e sostenne quando ai Beni Culturali era Lei il ministro. Inoltre Giovanna Melandri ha detto che accetterà il prestigioso incarico con spirito di servizio e lo farà gratuitamente. Ed ora che non sarà più parlamentare, per scelta e non per legge, dice, si dedicherà con passione ed energia al Maxxi.

Sfoglia ECO 16, si parla anche di Roma.

Nessun commento :

Posta un commento