domenica 29 maggio 2016

Ariccia - Emilio Cianfanelli chiede venga pubblicata la sua risposta ad un articolo di Emilio Tomasi

Emilio Cianfanelli chiede venga pubblicata la sua risposta ad un articolo di Emilio Tomasi e noi,  che siamo solo un blog, la pubblichiamo volentieri ma con qualche distinguo, visto anche che è la prima volta, in tanti anni, che ci degna della sua attenzione.

Gentilissimo ex sindaco, 
ECO16 non è più un giornale da anni ma solo un blog personale sul quale pubblico ciò che ritengo opportuno. Chi usa un linguaggio offensivo mi pare di più lei che chiama il candidato che sostengo con un nomignolo decisamente infamante e che, nel corso degli anni e durante la passata campagna elettorale, cercò in tutti modi di farlo passare come persona a capo di chissà quale gruppo di malviventi (ci sono ancora i suoi video infamanti su youtube). DECISAMENTE OFFENSIVO, INFAMANTE E FALSO. Faceste anche delle caricature, infamanti, con il mio candidato, persona specchiata, con in dosso un passamontagna e in mano della refurtiva! Robaccia che denota mancanza di argomenti validi.
In tanto tempo, anche quando ECO16 era una testata giornalistica, la sua amministrazione, a differenza di tante altre amministrazioni, non ci ha mai inviato un solo comunicato stampa, evidente l’intento di isolarci. Intento mal riuscito, visto che le persone sanno decidere con la propria testa e leggere ciò che ritengono più opportuno. 
Lei dice che Emilio Tomasi ha un linguaggio offensivo? Lo avete chiamato traditore e offeso in molti modi. Ma ha mai riflettuto sul fatto che ben sei persone su dieci elette nella sua maggioranza hanno preso le distanze da voi? Evidentemente c’era qualcosa che non funzionava più. Non si trattava dunque di tradimento, semmai, a mio modesto giudizio, di coerenza con un programma ed una vicinanza ai cittadini che non veniva più rispettata.
Ancora una cosa: quella di Tomasi non è un’intervista ma un post che ha scritto sulla sua bacheca Fb e che ho riportato con il suo consenso sul blog (ma l’ha letto? non ci sono neanche le domande).

Detto questo non ho nessun problema a pubblicare sul sito, ritengo fra i più letti ad Ariccia, le sue parole. La gente sa giudicare.

Con cordialità
Fabio Ascani


Emilio Cianfanelli Se l'avvocato Tomasi aveva validi argomenti sul Piano di Indirizzo bastava andare in Consiglio Comunale e denunciava pubblicamente quanto riportato su questo articolo.  Noto con piacere che per dare forza alle sue argomentazioni si è uniformato allo stile ROBBA Mea ,quindi utilizza tutto il repertorio di aggettivi dispregiativi ,luoghi comuni etc. Forse dimentica che il padre Angelo Tomasi ha firmato il 100% delle delibere di giunta ,comprese tutte quelle di incarichi ai professionisti, forse dimentica che nell'ultimo consiglio comunale il Padre Angelo Tomasi ha presentato il Documento Unico Di Programmazione ascrivendo a merito dell amministrazione da me governata i grandi successi ottenuti. Allora quale giudizio dei Tomasi & Figli ? Quello positivo del padre e del figlio fino all'approvazione del consuntivo? O quello rancoroso è ostile che emerge da questa intervista? Ritengo che per diritto di replica il giornale on line dovrebbe pubblicare questa mia risposta dandogli il medesimo spazio e pubblicità

1 commento :

  1. Caro Fabio Ascani,in questa caampagna elettorale il c.sinistra(si fa per dire)sta perdendo il senso e la misura,di un confronto serio."se non vinciamo,non si farà,non si otterrà,si cementifichera'...Appare chiaramente la paura,di non vincere.
    E fanno bene ad avere paura.La gente è stufa di queste persone!
    Sara Di Marcantonio

    RispondiElimina