giovedì 26 maggio 2016

Ariccia - Le bugie hanno le gambe corte. Usare un tema come la sanità per fare bieca propaganda è miserabile.

Una delle falsità più gravi di degli avversari di Roberto Di Felice è che sia necessaria l'elezione del candidato “piddino” Serra Bellini per completare l'Ospedale dei Castelli.
È una bugia che hanno scritto anche sulla pagina facebook legata al sito dell'Ospedale, facendo propaganda elettorale (anche attraverso il sito del comune di Ariccia, finché non sono stati scoperti e puniti per questo) in un modo bieco e miserabile: facendo leva su una questione così grave e sentita com'è quella della sanità.
La realtà è una sola: il completamento dell'Ospedale dei Castelli non dipende affatto da Serra Bellini o Cianfanelli, come è spiegato di seguito in modo chiarissimo, e con Roberto Di Felice sindaco di Ariccia, non solo tutto continuerà a procedere come deve, ma le cose, piano piano, andranno anche meglio per molti altri aspetti della Sanità sul nostro territorio e questo grazie agli impegni presi con i cittadini e ben spiegati nel programma amministrativo.

Ed ora ecco la verità sull'Ospedale. La racconta molto chiaramente Emilio Tomasi (Alternativa Democratica), altro che le chiacchiere propagandistiche del PD ariccino.

È opportuno ricordare a qualche FANFARONE che gran parte dei consiglieri che hanno votato nel 2006 l’accordo di programma per il Nuovo Ospedale dei Castelli Romani sono oggi uniti intorno a Roberto Di Felice. Gli altri hanno smesso di far politica attiva e comunque nessuno è candidato con Serra Bellini. È candidato con lui, invece, chi ai tempi votò contro.
Ma vi è di più. Le funzioni di soggetto attuatore per la realizzazione dell’Ospedale dei Castelli sono state affidate da Nicola Zingaretti, in qualità di commissario ad acta, UNICAMENTE al direttore generale dell’Asl Rm 6, Fabrizio D'Alba e la durata del suo incarico è correlata al completamento della struttura (decreto 00142).

"Attualmente è in corso di espletamento la gara per l'acquisizione delle apparecchiature e dovrà essere avviata una prima fase di urbanizzazione su 4 ettari di terreno, con realizzazione di parcheggi, strade, sistemazioni a verde, oltre predisposizione degli allacciamenti alle reti elettrica, idrica e fognaria. D'Alba avrà il ruolo di coordinamento di tutti gli enti coinvolti nella realizzazione dell'ospedale dei Castelli per assicurare che la struttura sia operativa e funzionante come previsto dai Programmi operativi". (anche sulla stampa locale - il caffè n. 361 19-25 maggio 2016 pag.23)

Nessun commento :

Posta un commento