domenica 22 maggio 2016

Ariccia - Intervista a Maurizio Lucidi: il mio motto è "aiutiamo chi è rimasto indietro, nessuno deve rimanere solo"

Maurizio è una persona straordinaria con la quale, in passato, ho condiviso molte iniziative per provare a dare ai cittadini di Aricia altri punto di vista, altri modi di informarsi.  Gli porgo tre domande e gli do ampio spazio per presentarsi ai suoi concittadini.

Maurizio vuoi presentarti ai lettori di ECO 16?
Cari Ariccini, permettetemi di presentarmi, mi chiamo Maurizio Lucidi e sono un cittadino Ariccino fin dalla mia infanzia. Provengo da una famiglia di umili origini, e nella vita ha sempre affrontato con dignità ed onestà,le sfide che incontravo sul mio cammino. Chi vuole può approfondire qui e Questo il mio video di presentazione
Negli ultimi 10 anni  ho praticato studi e letture di di filosofia, geopolitica e politica internazionale, oltre che  informatica. Ma mi occupo data la mia passione per la verità, di informazione e di svolgere un ruolo Ricciarolo di giornalista freelance. Parlo correntemente tre lingue. A livello scolastico cinque. Sicuramente molti di voi avranno visto le mie interviste a politici e cittadini, abbiamo nel passato, fondato con Fabio Ascani un piccolo periodico che si chiamava “L’Eco di Ariccia” nel quale abbiamo tentato di aprire uno squarcio attraverso i dogmi imposti da una amministrazione - a mio avviso e malgrado il nome -   poco democratica.
Data la mia passione civica per l’informazione che mi è costata migliaia di ore passate davanti al computer, con lo scopo di informare dal basso,  ho  fondato personalmente e senza nessuno sponsor  ad esclusivo scopo civico una piccola realtà informativa come “la voce di Ariccia” ed una piccola web tv , che per prima è entrata con le sue telecamere civiche nel consiglio comunale scoprendo molte contraddizioni. Siamo stati tra i fautori dell’operazione ” FIATO SUL COLLO” ben prima che ad Ariccia giungesse il movimento 5 stelle, e ci siamo impegnati per impedire che venisse costruito l’inceneritore a Roncigliano, tutto mettendo a disposizione migliaia e migliaia di ore di lavoro. Il mio motto è "aiutiamo chi è rimasto indietro, nessuno deve rimanere solo"


Maurizio ti sei candidato nella lista civica Un’Altra Ariccia a sostegno di Roberto Di Felice sindaco. Perché schierarsi con Roberto?

Roberto è una persona leale, corretta, magnanima e soprattutto onesta, dote rarissima in politica stando alle cronache giornalistiche  degli ultimi 10 anni.
Dunque sono sceso al fianco di Roberto Di Felice perché sono certo che si impegnerà, qualora i "Ricciaroli" lo scelgano come Sindaco, al fianco delle voci dei più deboli e di chi è rimasto indietro, si impegnerà perché ad Ariccia ci sia una politica che veramente viene dal basso per mezzo dell’ascolto dei bisogni dei cittadini, si impegnerà per un politica sociale e a favore di famiglie bisognose, che date le circostanze della vita si trovano indietro, si impegnerà per i cittadini disabili e per la loro assistenza senza trascurare tematiche importanti come il decoro urbano, la viabilità, la trasparenza amministrativa, ma soprattutto l’informazione, che è la chiave per comprendere meglio il difficile periodo che la nostra nazione ed il nostro paese stanno vivendo. Roberto è una persona di immensa cultura che tanto ha dato ad Ariccia, e che tanto ancora potrà dare, ma Roberto soprattutto  non è uno di quei politici che vanno a promettere posti di lavoro, come stanno facendo la gran parte dei politici ariccini per ottenere vacui consensi. Posti di lavoro che magicamente svaniranno  il 6 giugno ad elezioni concluse come un sogno di una notte di mezza estate. Roberto Di Felice, invece  farà di tutto per creare realmente quei posti di lavoro che aiuteranno chi si trova in reali difficoltà, di questo sono certo, e Roberto di Felice qualora sia eletto sono certo si ispirerà ai valori umani, morali e di solidarietà di un altro grande sindaco dei castelli Romani, Gino Cesaroni.


Incontrando i cittadini quali domande o richieste ti vengono poste più frequentemente?

Le domande che i cittadini pongono sono sempre le stesse, ovvero quelle che sento da almeno 10 anni, cioè quelle di una attenzione maggiore alle loro esigenze reali, cosa trascurata nelle passate amministrazioni, dove la sostituzione di una normale lampadina, come la riparazione di una buca sulla strada,  venivano presentata come un "favore” e non come un atto dovuto da parte della pubblica amministrazione.
Bene, questo non deve più avvenire, magari portando l'esigenza del cittadino, all'attenzione degli amministratori con maggiore enfasi,  con organi rappresentativi come il "rappresentante di quartiere" come  alla ribalta della pubblica opinione per mezzo di una piccola attività di informazione
 a carattere locale,  fuori dagli schemi.

Ho deciso quindi  di mettere a disposizione degli Ariccini , e di Roberto di Felice le mie capacità, con   tanta passione, dignità ed onestà da "Ricciarolo" verace.

Maurizio se dovessi essere eletto consigliere quali sarebbero le tue priorità per la nostra città?

Ecco le priorità che ho ascoltato dalla cittadinanza per le quali mi impegnerò, qualora i cittadini mi premino con la loro preferenza.

· Ripristino del manto stradale, e reperimento dei fondi necessari per lavori troppo a lungo trascurati dalle precedenti amministrazioni, una strada – ad esempio – come lo “stradone di Vallericcia” come Via delle Grotte, dopo una pioggia somigliano ad un percorso di guerra.
· Istituzione del “rappresentante di quartiere” figura di collegamento tra le reali esigenze dei cittadini e l’amministrazione, per essere vicini come amministrazione alle problematiche della vita che si presentano tutti i giorni.
· Istituzione di un servizio ” Il sindaco ti ascolta” grazie al quale con scadenze periodiche e settimanali, si darà modo alla cittadinanza di avvicinare in maniera concreta le istituzioni ai cittadini.
· Apertura di una pagina social Facebook con la quale il Sindaco risponde direttamente ad esigenze degli Ariccini.
· Ampliamento per mezzo di borse lavoro – da scegliere tra i cittadini che hanno più necessità lavorative –  della “squadra di manutenzione” e decoro della città, perchè  vi è la necessità di almeno 15 persone che operino per la manutenzione dei bordi e cigli delle strade, degli sfalci, e del decoro urbano.
· Istituzione di un posto di guardia dei vigili urbani presso la “piazza di corte” in uno dei due luoghi disponibili a disposizione del comune.Un vigile urbano sulla piazza è il biglietto da visita della città, per informazioni, sicurezza e deterrenza.
· Istituzione di una pagina social comunale per segnalare  le perdite di acqua, e collaborazione con le forze dell’ordine qualora l’acea faccia orecchie da mercante e rimandi a lungo le riparazioni da cui esce per settimane andando sprecato un bene prezioso come l’acqua.
· Istituzione si uno sportello per le coppie di Italiani Giovani in stato di necessità, collaborazione con il Sindaco per la istituzione di un assegno di natalità per le giovani coppie Italiane.
· Inserimento nel programma dell’apertura degli uffici comunali essenziali il sabato mezza giornata, per evitare a chi deve fare documenti di perdere una giornata di lavoro.
· Istituzione di una pattuglia di vigili sempre disponibile ad un recapito di telefono cellulare, dove i cittadini possono fare riferimento in caso di necessità.
· Veicolazione e promozione anche in collaborazione con organismi nazionali del vero motore del turismo ariccino ovveroPalazzo Chigi e istituzione di servizi e iniziative atte ad incrementare e rendere fruttifere per le casse comunali, le entrate del palazzo a fare vivere agli Ariccini un luogo che ogni anno grava con pesanti perdite, sulle spalle dei cittadini stessi.Istituzione di un organo di controllo delle entrate e delle uscite del Palazzo Chigi.Il palazzo chigi deve essere fonte di reddito e benessere per tutti.
· Fare ripartire uno sport popolare come il calcio ad Ariccia, riportando al Menicocci 500 bambini ed allievi che si allenano e praticano uno sport popolare come il calcio, la dove è stato abbandonato a favore di sport elitari, molto costosi  non adottabili  a causa della attuale situazione economica degli Italiani, per tutte le famiglie e bambini.
· Abbassamento della tariffe per l’occupazione del suolo pubblico, per incrementare mercatini di fine settimana che siano attrazione di tutti gli operatori di qualità, per non vedere ad Ariccia, nel rispetto della sua vocazione di borgo, le solite bancarelle con paccottiglie che vediamo ai mercati settimanali zonali. Quindi Progetto mercatino di qualità con espositori nel fine settimana, evitando banchi e standisti che solitamente si trovano nei mercati rionali.
·  Abbassamento delle tariffe del parcheggio che attualmente sono a due euro l’ora.
· Istituzione di una striscia di” parcheggi stop and go” di mezz’ora proprio sulla piazza di Ariccia.
· Riapertura al traffico dei mezzi di collegamento COTRAL sul ponte monumentale, incitando l'ANAS a rispondere su di una vicenda che si perpetra da almeno 10 anni.
· Affrontare in maniera determinata la questione di riapertura del corso di Ariccia durante la settimana, eccetto il sabato e la domenica, previo referendum fatto da cittadini residenti.
· Progetto per il rifacimento delle facciate su Corso Garibaldi, con il sogno di realizzare ad Ariccia una piccola Burano, a scopi turistici.
· Progetto Fattorie Sociali per aiutare i disabili e bisognosi, del quale sono promotore insieme ad un gruppo di amici e candidati consiglieri
· Progetto "una fiera al MESE" con l'intento di rivitalizzare il traffico turistico e risvegliare il piccolo commercio locale.
Un caro saluto a tutti i "Ricciaroli"
Chi vuole potrà vedere tutte le proposte e videoproposte  di Maurizio Lucidi presso questo indirizzo web, chi vuole contattarmi per inviare le proprie proposte, cosa molto apprezzata, potrà farlo sempre presso questo indirizzo: https://mauriziolucidi.wordpress.com/





1 commento :