mercoledì 25 maggio 2016

Ariccia - Intervista a Barbara Calandrelli candidata consigliere con Patto Sociale a sostegno di Roberto Di Felice -IL PROGRAMMA DELLA NOSTRA COALIZIONE POTRÀ RIDARE LUSTRO E DIGNITÀ AD ARICCIA

Barbara Calandrelli vuoi presentarti ai tuoi concittadini?
Grazie Fabio per avermi dato l'opportunità di far conoscere il mio pensiero è le mie scelte. Sono imprenditrice nel settore immobiliare, vivo e lavoro ad Ariccia, quindi ho imparato a conoscere molto bene pregi e difetti della mia cittadina.

Hai deciso di scendere in campo e di candidarti con la lista civica Patto Sociale a sostegno di Roberto Di Felice, vuoi spiegarci questa scelta?
Da tempo, molto tempo, ovunque si parla dei disagi con cui si convive quotidianamente. Leggendo il programma di Roberto Di Felice ho trovato punto dopo punto ciò che non c'è più ad Ariccia.
Sono una mamma e donna che cerca di far utilizzare con molta devozione e fatica tutte le strutture malconce che abbiamo sul territorio ed ogni volta penso a ciò che potrebbe essere migliorato e, per coscienza, ho deciso di candidarmi perché queste elezioni dovrebbero far cambiare volto ad Ariccia.  Dobbiamo credere nelle persone per bene e capaci, volti nuovi con nessun interesse personale e abbracciare alla lettera il programma della nostra coalizione, che potrà ridare lustro e dignità ad Ariccia. Per fare questo si deve partire dalla base, dalle cose tangibili dai cittadini, a partire dalle strade, dai servizi....

Confrontandoti con i cittadini, in questi giorni di campagna elettorale, quali sono le domande e le richieste che ti vengono rivolte più spesso?
La cosa a mio avviso grave è che noi cittadini abbiamo necessità di cose semplici, vere, a volte banali, che non andrebbero chieste, dovrebbero far parte della nostra vita: strutture adeguate, personale negli uffici competenti che diano risposte. Non si può e non si deve gettare la spugna pensando "tanto è così non possiamo farci nulla".
Io mi sento chiamata in causa perché il pensiero dei cittadini rispecchia il mio, quello di migliorare, e in questo concordo pienamente con Roberto Di Felice, uomo di altissimo valore.

Se fossi eletta consigliere comunale quali sarebbero le tue priorità per Ariccia?
Se fossi eletta consigliere vorrei contribuire fortemente ad attuare molti punti del programma concentrandomi su ciò che già esiste e portarlo a livelli ottimali, non lasciandolo nel degrado in cui è capitolato negli ultimi anni.
Vorrei spendere la mia persona per le poche attività rimaste ad Ariccia e cercare di incentivarle poiché sono la vita del paese. Non accontentiamoci di essere un paese dormitorio o di passaggio, facciamo apprezzare le bellezze del nostro territorio.
Ripartiamo dalle scuole di ogni grado con servizi adeguati per i nostri figli, adeguare gli Istituti Scolastici potenziandoli, abbattendo le barriere architettoniche e renderle sicure.
Bisogna creare sinergia tra la scuola e i molteplici impianti sportivi, dare la giusta importanza ad un territorio ricco di flora ripulendo i nostri boschi diventati discariche.

Il mio è un impegno reale non di grandi promesse e non di progetti irrealizzabili ma piccoli passi per una vita migliore in un paese bello come il nostro!

Nessun commento :

Posta un commento